1.500.000 euro per un sito

ciao a tutti,

è la prima volta che scrivo, anche se seguo la lista da diverso tempo, e
mi voglio congratulare con Elena e tutti gli iscritti per il livello degli
interventi.

Leggo sul sito del "barbiere della sera" due articoli che riguardano una
polemica sui costi sostenuti per la realizzazione del sito ufficiale del
comune di Sesto San Giovanni: 1.500.000 euro (quasi 3 miliardi delle
vecchie lirette).

http://www.ilbarbieredellasera .com/article.php?sid=2458
http://www.ilbarbieredellasera .com/article.php?sid=2477

Il sito (http://www.sestosg.net) viene pomposamente definito "portale".

Premesso che prima o poi ci si dovrà mettere d'accordo anche su quali
siano oggi le caratteristiche che fanno di un normale sito un portale, il
sito del comune di Sesto mi sembra effettivamente ricco e articolato,
graficamente dignitoso, ma pare che abbia ancora qualche problema tecnico
(come evidenziato nel primo dei due articoli). Tuttavia la cosa che mi fa
pensare è il costo ed è su questo che mi piacerebbe leggere le vostre
riflessioni.

Personalmente ho partecipato e sto partecipando alla realizzazione di
progetti, anche complessi, che però neanche si avvicinano come costo a
queste cifre. Sarà che lavorando prevalentemente in Umbria e nelle regioni
limitrofe dell'Italia centrale difficilmente capita di avere a che fare
con aziende che destinano budget di questo livello alla loro presenza su
internet, ma 1 milione e 500 mila euro mi sembrano davvero tanti.

Se poi consideriamo che da Sesto fanno sapere di aver risparmiato grazie
alla partnership con Oracle c'è di che riflettere, a partire da come le
amministrazioni pubbliche, indipendentemente dal colore politico di chi le
guida, si pongono in questi casi.

Voi che ne dite?
--
claudio raffi


::: Claudio Raffi _ marketing & comunicazione :::