Adsl

salve,

ho letto con interesse le vostre emails su quest'ottima mailing list. Ora
pero' avrei bisogno, se possibile, di un vostro parere su ADSL. Ho avuto,
anzi, sto avendo una bruttissima esperienza con la wind-infostrada. Eccovi
la mia lunga (perdonatemi!) storia che ha della fantascienza:

Il 20 settembre 2002 mando un'email dal sito fastweb chiedendo un
responsabile vendite per fibra ottica al posto di quella analogica
telecom, da installare in un ufficio web-agency che ho appena aperto a
Roma.

Il 30 settembre arriva il rappresentante per aziende di Roma che mi spiega
come funziona, i costi e i tempi. Benissimo, la proposta "Easy Inclusive"
mi piace! Per la cronaca mi avrebbero offerto 10mbit di banda, 4 linee
telefoniche (woww), videoconferenza (gratuita x 6 mesi), indirizzo IP
statico, dominio secondo livello, 20 ore al mese di telefonate urbane e 10
di interurbane, installazione onsite ecc...

Aspetto fino ai primi di novembre e finalmente arrivano i tecnici per un
controllo informandomi che dovranno installare una cassettina in una parte
condominiale del palazzo e che aspettavano l'autorizzazione del mio
amministratore di condominio!!! Ricordo che il rappresentante fastweb me
ne aveva accennato come di una cosa già risolta, solo una "formalità"!
Contatto allora l'amministratore il quale mi fa presente che bisognerà
aspettare la prossima riunione e che non può indirla solo per me.

Purtroppo non ho molte speranze anche perché l'età media dei condomini si
aggira intorno ai 60 anni! Nel frattempo telefono a fastweb esponendo il
problema e mi consigliano di fare un fax all'ufficio responsabile reclami
e di dare una scadenza dopodiché fare disdetta. Mando il fax ma la
"minaccia" non ha riscontro. Verso il 20 novembre richiamo fastweb e mi
rispondono che il 3 dicembre ci sarà una riunione condominiale in un altro
edificio nella stessa zona dove ho chiesto la linea e che poi si
occuperanno della mia pratica.

Troppo tempo e chiedo allora il cambio da fastweb a dsl. Passano altri
giorni e il 16 dicembre richiamo fastweb: hanno avuto dei problemi con i
terminali e quindi la mia domanda era slittata a gennaio 2003. Il 17
dicembre contatto wind-infostrada e mi danno un numero di un'agenzia di
Roma mandandomi un loro rappresentante. Facendomi abbindolare dalle tante
parole e critiche verso gli altri gestori (ha parlato malissimo di
tutti!!!) anche perché gli ho raccontato la storia che ho avuto con
Fastweb, mi convince garantendomi massima serietà e tempismo! Stipulo un
contratto con wind infostrada adsl verde Lan. Passano le feste e i primi
di gennaio mi chiama al telefono il rappresentante dicendomi che a giorni
arriveranno i tecnici per l'installazione onsite. Sono felicissima ed
attendo. Verso il 15 gennaio lo richiamo e mi risponde perplesso dal fatto
che ancora i tecnici non si siano fatti né sentire né vedere.. Mi promette
che avrebbe sollecitato. Dopo qualche ora mi richiama dicendomi che hanno
avuto problemi con i router: erano finiti (assurdo!!). Dopo 2 giorni per
scrupolo contatto telefonicamente la sede centrale wind infostrada, il
156.

Mi risponde il call center dopo ben 35 minuti di attesa (e la rottura
di palle della loro dannatissima musichetta) e una gentile signora che mi
dice che la mia pratica era bloccata dal 27 dicembre perché il mio numero
telefonico risultava intestato ad un loro vecchio cliente insoluto!!! Le
spiego che avevo quel numero solo da settembre scorso, assegnatomi dalla
telecom e che non ero io il cliente "truffaldino"!! Mi consiglia di
inviare un fax con l' ultima bolletta e il documento d'identità. Tutte
cose che avevano già l'agenzia di Roma dal 17 dicembre scorso!!!! Perché
nessuno mi aveva detto nulla?? Il call center mi risponde che era mia
premura informarmi della pratica (MIA PREMURA?????). Chiamo l'agenzia di
Roma e racconto la telefonata, mi rispondono di non preoccuparmi e che si
sarebbero messi in contatto loro con la sede centrale per sbloccare la
pratica. Il giorno dopo richiamo il 156 e mi dicono che c'è un altro
problema: i router erano finiti (ma non l'avevo già sentita questa
storia??). Ora dipendeva dal corriere.

Li tartasso tutti i giorni di
telefonate e il 30 gennaio arriva in ufficio un pacco con dentro il router
e i cavi ma, udite udite, mancano i filtri! Richiamo il 156 e mi
rispondono che il mio abbonamento è già attivo e che non risulta debba
venire alcun tecnico. Cosa??? Ma io ho pagato per l' installazione
onsite!!! Non ho i filtri!!! E poi cos'è questa storia dell' abbonamento
attivo???? Mi rispondono che per l'abbonamento appena mi arriverà la prima
bolletta dovrò fare un reclamo scritto e loro provvederanno a detrarre i
giorni fino all'attivazione effettiva (mi aspetterà un'altra
battaglia???). Per quanto riguarda i tecnici, contatteranno i responsabili
delle installazioni e che mi faranno sapere a breve. Il 3 febbraio mi
richiamano e mi dicono che e' tutto a posto e che in settimana arriveranno
i tecnici con i filtri per l'installazione.

Dopo qualche giorno di inutile attesa, ricontatto il 156 e mi faccio
passare un tecnico per provare a attivare l'abbonamento adsl via telefono.
Tutto inutile il router non funziona ed entra in conflitto con il nostro
HUB. Il tecnico verifica e si accorge che la linea ADSL non è stata ancora
attivata (!!!) mentre in centrale mi dicono che il mio abbonamento è
attivo dal 17 gennaio (!!!) - Ricordo che il router mi è arrivato il 30
gennaio -

Lunedì 24 febbraio: arriva finalmente in ufficio un tecnico qualificandosi
come Telecom attivando la linea ADSL e se ne va. Proviamo: il router
funziona ma entra sempre in conflitto con la rete lan! E' possibile
navigare da una sola postazione isolando il pc, dove è installato il
router, dalla rete locale. Richiamo il tecnico wind e mi risponde che mi
hanno spedito un router sbagliato! Non funziona con la Lan!!! Rispondo che
ne ho piene le scatole e che non voglio più nulla da loro e sono pronta
con la lettera di disdetta e risarcimento danni che mandero' in questi
giorni. Nel frattempo ho deciso di "resettare" tutto quanto telefonando
alla telecom e chiedendo l'attivazione di una nuova linea telefonica
(sento che alla fine "mamma" telecom risultera' la piu' affidabile).

Ora veniamo alla motivazione di questa mia lettera sulla mailinglist.

In tutta questa spiacevole avventura ho constatato una cosa molto
preoccupante e correggetemi se sbaglio:

la poca serietà delle grosse società che danno in
appalto/subappalto/subsubappalto linee, lavori, concessioni, contratti
senza il minimo scrupolo e omettendo (penserei volutamente) di controllare
e segnalare. Chi gestisce dall'alto?

Fastweb si è dimostrata poco seria e ha omesso di dare informazioni all'
utente circa il bisogno necessario di indire una assemblea di condominio
con esito positivo per avere la fibra ottica, dopo aver torturato i
potenziali utenti con tutto quel "battage" pubblicitario e aver bloccato
mezza Roma per il lavori in strada, creando disagio anche a chi non
c'entra nulla! Perché non lo dicono nelle loro pubblicità?

Veniamo a Wind-Infostrada:

La mia idea è che il servizio 156, le loro filiali e i tecnici lavorino in
maniera del tutto scollegata e senza punti di riferimento. Non è possibile
(nel 2003!) aspettare 1 mese e mezzo (dal 17 dicembre) per abilitare
quello che gia abbiamo, dato che l'ADSL non è invasiva e sfrutta la gia
presente linea analogica.

Ho il brutto presentimento che se non cambiano le cose, altro che
progresso in Italia! Il grado di avanzamento di un paese si vede anche da
come si affrontano e si risolvono i piccoli problemi.

In tutta questa storia ci perdono tutti: FastWeb 1 cliente , Inwind la
credibilità e noi andiamo ancora col vecchio modem USB a 56Kb che fa
egregiamente il suo lavoro!

Saluti e buon lavoro a tutti

gabriella