Alcune riflessioni su CHL

Traendo spunto dal post di Isabella Stella ("Perche' la community CHL
funziona"), vorrei esprimere alcune riflessioni su CHL.

Dal profilo di CHL (non so se sia ancora online) si deduce l'importanza
dell'aspetto community per l'azienda:

"CHL ha sempre considerato il suo cliente come un utente della tecnologia
con bisogni inespressi che vanno ben oltre l'acquisto di un computer. CHL è
oggi una grande comunità virtuale tecnologica perché dentro vi sono
uomini, idee e tecnologie tutti insieme nello stesso luogo: la Rete.
Nel sito www.chl.it si va per vendere, comprare, lavorare, sapere,
conoscere, capire, divertirsi. Ogni iniziativa di CHL facilitera' l'
avvicinamento dell'uomo alle tecnologie, agevolera' la sua evoluzione in
termini di indipendenza e di libertà di scelta, assecondera' l'evoluzione
dell'individuo."

Dalla mia tesi: "CHL e' notevolmente differente dagli altri virtual
store presenti in Italia e in particolare da quelli che operano nel
settore della tecnologia. Basta visitare siti quali Zeta Byte
(www.zetabyte.it), It's Logic! (www.itslogic.it), Essedi Shop
(www.essedi.it) o Next Web Store (www.nexths.it) per comprendere come i
servizi di comunità implementati da CHL contribuiscano a creare un valore
aggiunto rispetto agli altri e-store del settore, che si limitano, per lo
più, a presentare (e non sempre lo fanno) una breve descrizione dei
prodotti in vendita con il prezzo relativo."

Dal punto di vista del marketing, penso che CHL sia un caso
particolarmente significativo, perche' vengono integrati strumenti di one
to one marketing con strumenti di community marketing. (Conoscete altri
casi in cui vengono integrate strategie di one to one marketing e
community marketing?)

Al di la' di questi aspetti positivi, ho pero' alcune perplessita', nate
dalla mia esperienza di acquisto d un Pc. L'anno scorso, dovendo cambiare
computer, ho frequentato a lungo CHL: ho costruito online la
configurazione del PC che si avvicinava di piu' alle mie necessita', ho
letto i commenti dei consumatori sui prodotti che intendevo acquistare per
togliermi alcuni dubbi. Tuttavia, alla fine, ho comprato il computer
ricorrendo ai canali di vendita tradizionali, perchè, in termini di costo,
non avrei avuto dei vantaggi e, in caso di guasti, l'assistenza non
sarebbe stata certo migliore (in termini di tempo) di quella offertami da
un negozio vicino casa.

A voi le conclusioni...

P.S. Grazie per aver risposto alle mie domande sulle comunita' virtuali!!

  • -
  • Gianfranco Barbera
    ICQ # 125143207
    e-mail: gfbarbera@inwind.it