Apple ha fatto centro! Almeno credo...

Una decina di giorni fa Apple Computer ha lanciato iTunes Music Store.
ITunes è il software (gratuito) che gli utenti Macintosh possono
utilizzare per gestire i loro files musicali. È un programma semplice da
usare, ma sufficientemente sofisticato, che consente di gestire bene la
propria musica digitale. È sempre iTunes poi che gestisce quello splendido
lettore mp3 chiamato iPod che, da qualche giorno offre 30 giga ovvero
qualcosa come 7500 canzoni caricabili nello spazio di un pacchetto di
sigarette.

Da oggi con iTunes Music Store, opzione integrata all’interno di iTunes,
abbiamo a disposizione il primo negozio virtuale che offre oltre 200.000
brani di tutti i generi. Per la prima volta le 5 più importanti case
discografiche si sono messe insieme in un progetto unico.

Ogni singolo brano è scaricabile per 99 centesimi (di dollaro) oppure gli
album sono scaricabili a costi variabili.
Una volta scaricato può essere masterizzato, caricato su iPod ma non sui
siti di file sharing.

Nella prima settimana dal lancio, Apple ha venduto 1 milione di brani.
La cifra fa riflettere se consideriamo che gli utenti Apple sono circa 25
milioni. Di questi, 20 milioni hanno scaricato iTunes. Ma poichè il
servizio per ora è solo per gli Stati Uniti, scendiamo a meno di 10
milioni. Ma poiché il servizio è attivabile solo per chi usa il nuovo
sistema operativo di Apple, scendiamo a 5 milioni.

Certo, i veri numeri arriveranno a fine anno quando sarà disponibile anche
per il mondo Windows.
Di fatto ecco uno straordinario utilizzo del canale Internet!

Domande alla lista: che idea vi siete fatti di questa iniziativa? Secondo
voi funzionerà? Cosa succederà a società tipo Vitaminic e simili?

Grazie a tutti.

Paco Durazzano