Apprendere dai big? Meglio apprendere dal basso

Salve a tutti,

vedo sempre più spesso in rete, interviste "copia-incolla" a grandi
protagonisti della nostra economia, della finanza e del marketing. Il fine
di queste rubriche dovrebbe essere quello di rappresentare una guida, un
esempio da seguire.

In realtà mi sorge il dubbio che si tratti sempre più spesso di
"pubblicità al contrario" che funziona così: io sono importante e sono un
sito di qualità perchè parlo di Tronchetti Provera piuttosto che di
Leonardo Lasala (piccola mania di grandezza:) ma mi ridimensiono subito..).

A questo punto vi chiedo:

1) che valore hanno queste guide, in termini di messaggio. Se devo sapere
da Montezemolo come ha fatto grande la Ferrari, beh dubito che potrò
"importare" qualcosa per la mia azienda, che nasce sulla base di
prerogative economiche e sociali differenti. Sarebbe dunque più
interessante conoscere i tanti big nati dopo anni di gavetta e
perfettamente sconosciuti al grande pubblico. In tal caso, essendo simile
la "matrice" di partenza, c'è da imparare molto;

2) secondo voi, la gente apprezza questo modo di fare "comunicazione" o
ragiona come me, considerando il tutto una pessima operazione
pubblicitaria?

3) quali sono i modelli che voi proporreste in termini di guida.

In attesa di vostre considerazioni in merito, vi saluto

Leonardo Lasala