Basilea2, iniziative internet e poteri forti [lunghetto...]

Saluti a Elena e a tutti i listaroli. Prima di tutto, grazie di esserci!
Seguo la lista da tempo con grande interesse, sempre con ritardo
purtroppo, e, forse per questo, in modo passivo...

Veniamo al dunque. Premessa. Tra breve vedremo gli effetti di Basilea 2,
accordo internazionale in base al quale le banche dovranno dotarsi di
capitale in proporzione al rischio connesso agli affidamenti effettuati:
clienti piu' rischiosi = maggiori accantonamenti = maggior costo
per la banca. Risultato: le banche cercheranno di prestare soldi alle
imprese meno rischiose e a ridurre i prestiti a quelle piu' rischiose
(cui faranno pagare anche interessi piu' alti!). In questo scenario si
avranno per le pmi (piccole e medie imprese, generalmente piu'
rischiose) meno soldi e piu' cari.

...si', la premessa e' out of topic, anche se questa faccenda nei
prossimi mesi tocchera' la maggior parte delle nostre imprese, ma
fatemi continuare...

La societa' di consulenza in cui lavoro, che da sempre si occupa di
finanza aziendale (ma anche di internet...), decide di realizzare un
minisito ad hoc (www.basilea2.com) e ne anticipa il lancio per sfruttare
la sensibilita' a questo tema generata in terra bresciana (dove abbiamo
sede) da un convegno su Basilea 2 indetto da AIB (l'Associazione
Industriale Bresciana).

La nostra azione si e' sviluppata attraverso un'attivita' di direct
mktg e di pubblicita' sui giornali locali in concomitanza con il
convegno: si invitava a visitare il sito precisando che lo stesso era
stato realizzato dalla nostra societa' che faceva consulenza nel
settore del credito.

Risultato: tutto bene per il traffico attirato sul sito, per i tempi di
visita, l'iscrizione alla newsletter, tuttavia... l'AIB scrive ai propri
associati per precisare che l'iniziativa della nostra societa' era del
tutto estranea al convegno da loro promosso e che noi non siamo da loro
accreditati.

Non che ci importi molto (abbiamo scritto a nostra volta per precisare
che tutto cio' era vero, e che lavoriamo da anni senza bisogno ne' di
padrini ne' di padroni..., e questo ci ha portato ulteriori visite e
iscrizioni), tuttavia e' triste vedere come i "poteri forti" si muovono contro le "voci fuori dal coro"! Certo internet non e' controllabile
come vorrebbero!

Chiedo a voi... Propagandare un sito che vende CD di Sanremo nel giorno
del festival davanti al teatro Ariston sarebbe forse scorretto? Autorizzerebbe forse l'intervento degli organizzatori del festival per sconfessare l'iniziativa? E se questi intervenissero per favorire propri negozi, tale intervento non sarebbe forse eticamente scorretto (se non perseguibile)?

Vi e' mai capitato qualcosa di simile? Cosa avreste fatto al mio posto?
Mie sono state sia l'idea che la realizzazione del sito e della campagna
di mktg..., mi sento un po' in colpa verso la mia societa'...

Scusatemi per lo sfogo, spero di avere il conforto di qualcuno di voi,
...anche solo per dirmi che sono un illuso idealista che crede ancora
nella libera (ma corretta) iniziativa imprenditoriale!

Ciao e buon lavoro a tutti. Domenico.

Domenico Golonia
Euroimpresa Consulting Srl www.euroimpresa.biz
Consulenza aziendale