Bolla 2.0

Leggo sul Dailynet di oggi che Maurice Levy, capo mondiale di Publicis secondo gruppo di comunicazione al mondo, prevede un'altra bolla, quella del web 2.0.

Come forse ricorderete, avevo postato un paio di messaggi con dubbi sui modelli di revenue di tutti i siti di social network acquistati a suon di miliardi (avevo preso ad esempio Facebook). A quanto pare quindi c'è chi, molto più in alto di me, concorda sul fatto che forse il web 2.0 è sopravvalutato dal punto di vista economico, fatto salvo il suo grande valore sociale.

Nascono applicazioni 2.0, user generated o simil social network ogni giorno, e appena raggiungono una massa critica di utenti vengono subito valutate cifre astronomiche e in molti casi acquistate veramente.

Il punto è che, un pò come successe con la bolla "1.0" e con tutte le dovute proporzioni, non tutte queste applicazioni potranno generare revenue, o comunque non così tante revenues da giustificare il prezzo pagato per acquisirle.

Cosa ne pensate?

--
Matteo Bianchini


Tomato Interactive
Via Natale Battaglia 10 - 20127 Milano (Italy)
Tel. +39.02.29419139 Mob. +39.346.1447099
Fax. +39.02.93650443
http://www.tomato.it
http://www.contactlab.it