Bufale: accessibilita' e community

Ciao a tutti,

Diego Chiavarelli:

Vero! L'accessibilità è importantissima, molto di più dell'usabilità e
proprio per questo credo che quando si parla di "usability" si
sottintende che questa parola nel suo significato intrinseco abbracci in
egual modo il concetto di usabile e di accessibile.

Mi spiace doverti contraddire, ma i due concetti,
usabilita' e accessibilita', sono molto diversi.

L'accessibilita' e' solo tecnica ed e' molto normata.
Sull'accessibilita', incredibile ma vero, un'azienda
puo' costruire la conoscenza di cui ha bisogno
dedicando una sua risorsa tecnicamente preparata per
un giorno. L'usabilita' puoi studiarla per mesi senza
capire di cosa si tratta.

I libri di usability di solito non dicono
quasi nulla sull'accessibilita'. Anche perche'
gli improvvisati autori (o almeno, quelli
nostrani), fino a ieri facevano tutt'altro
nella vita e di tecnologia non sanno molto.

E' uno dei motivi per cui tante iniziative della
new economy sono fallite: molti si lanciano in Rete
senza basi, senza sapere nulla di tecnologia.

Allargo la critica ai testi sulle community, e non
solo a quelli nostrani, ma anche a quelli usciti in Usa.

Dopo "Net Gain", nessuno ha scritto nulla di degno
di nota.

Pare che i libri si scrivano - rigorosamente senza
bibliografie - solo per catturare clienti, come non
si vergognano a dichiarare i loro autori. Nessuna idea,
nessun rigore, ma solo il desiderio di farsi pubblicita'
per poi catturare lavori come consulenti.

Io, piu' che pubblicita', lo chiamo "bieco tentativo
di intortellare i possibili clienti".

Tornando all'accessibilita': qualcuno ha mai parlato
qui dei decreti del governo sull'accessibilita'?
O del lavoro del W3c in merito? Qualcuno ha
mai citato Bobby, qui? Non mi pare. Ripeto: sono cose
che non generano business, che non permettono di
catturare clienti.

Sull'usabilita' e sui rapporti dialogici tra
siti e utenti, invece, via con le arrampicate
sui vetri e con i discorsi sulle nuvole, e alla
grande.... e le parole si sprecano, sperando di
ottenere soldi e lavoro su basi che sono un nulla
del nulla.
;-)

Ciao a tutti, Fabio.

-- Fabio Metitieri (yukali@tin.it)
http://space.tin.it/computer/f metitie
"Adsl ergo sum" (f.m.)