Chi spende di piu' nei social game?

Ciao a tutti,
il tema dei beni digitali mi fa riflettere: penso sia uno degli ambiti in cui l'online puo' veramente fare la differenza, fornire servizi e beni appunto, superando gli ostacoli ancora particolarmente sentiti della distribuzione e della logistica (pensiamo all'ecommerce di elettronica dove molti dei player nazionali e internazionali sono in realta' reseller e quindi la logistica e le consegne hanno tempi lunghi, oppure l'editoria o meglio la vendita di libri che spesso segue le stesse logiche).
All'interno dei beni digitali ci sono diverse categorie, dai contenuti testuali alle immagini al software ai social game *. A quanto dicono i numeri il settore con la crescita piu' importante e' quello dei social game (ne avevo gia' scritto qui http://www.mlist.it/discussion i/facebook-revenue-sharing-1 all'inizio dell'anno).
Ieri e' uscito un interessante aggiornamento sulla distribuzione geografica degli alto-spendenti in questo settore http://mashable.com/2010/06/18 /social-gaming-monetization/ : interessante secondo me non solo dal punto di vista dei volumi in gioco ma anche e soprattutto delle caratteristiche che una volta avremmo chiamato "sticky" di queste attivita' online. Giocare a Farmville su Facebook (finche' Facebook permettera' a Zynga di farlo sulla sua piattaforma) o a Mafia Wars e' una di quelle attivita' trasversali in termini di profilo delle persone che vi partecipano e soprattutto di fedelta' al gioco che non possono non suscitare domande e aprire opportunita': qualche settimana fa ho avuto occasione di parlare con alcune persone di Zynga, con le quali avevamo appena studiato e lanciato una promozione in US http://farmvillefreak.com/farm ville-freaks/farmville-25-farm -cash-from-z...) e ci raccontavano di aver anche appena testato una promo offline con 7-Eleven per cui all'acquisto di prodotti 7-Eleven si guadagnano crediti per i giochi piu' famosi di Zynga (Farmville, MafiaWars e Yoville) attraverso un sito di conversione crediti http://www.buyearnplay.com/OUC .aspx?85.7.65.58
Trovo che questa sia una idea veramente interessante, anche se non nuova nel concetto, per fare leva su una popolazione che attraverso i continenti e senza distinzione di razza, eta' e profilo economico ha un genuino interesse a giocare...e forse anche a comprare i prodotti di chi gli permette di farlo con piu' facilita' o a minor costo. L'equivalente di quella promozione in America Latina e in Europa avrebbe probabilmente ancora piu' successo, visti i numeri.
Vedremo quali saranno le prossime mosse dei ragazzi di Zynga, che hanno a disposizione un gruppo di utilizzatori fedele e reattivo che anche se un giorno uscissero da Facebook non credo perderebbero.
Elena
* considero "il mobile" come un semplice canale distributivo addizionale o unico di questi contenuti. In certi casi ha senso veicolare beni digitali in mobilita', in altri per niente. L'app per iphone4 di Farmville dovrebbe essere in uscita a Luglio, per esempio.