Concorso ad estrazione

Un saluto a tutta la lista.

Avrei un quesito da proporre alla lista che seguo da anni, anche se quasi sempre come lettore.

La mia azienda ha sviluppato un servizio che geolocalizza tutti gli hotel, e ne confronta i prezzi offerti sui principali portali di prenotazione on line.

La fidelizzazione non è un problema perché le differenze di prezzo sono spesso significative: chi vede una volta il servizio , nel momento del bisogno lo va utilizzare (anche perché è gratuito) .

Il problema è quindi farci conoscere. Vorremmo percio' fare un concorso ad estrazione (in co-marketing con alcuni hotel) del tipo : "tra chi invia a 20 suoi amici un determinata email, verrà sorteggiato un soggiorno offerto dall'hotel XYZ" (seguono immagini e caratteristiche dell'hotel sia per
rendere la proposta piu' appetibile, sia per far offrire il soggiorno dall'hotel sponsor). Ogni 2 mesi nuovo sorteggio su nuovo hotel (e ovviamente nuovo giro di email)

A questo punto , credendo che tale concorso sia lecito, (smentiteci nel caso
!!) , abbiamo 2 domande alle quali i piu' esperti della lista magari hanno una risposta:

1. dal momento che il premio sorteggiato è un servizio offerto da uno degli organizzatori del concorso (ovviamente anche l'hotel ha la sua bella visibilità da questa viralità) il concorso è soggetto agli stessi vincoli e procedure e autorizzazioni che regolano i normali sorteggi con premi
"fisici" in palio? Se metto in palio un telefonino lo devo accantonare ( o mettere da parte i soldi per comperarlo qualora non sia piu' disponibile al momento del sorteggio) , qui noi e l'hotel dovremmo accantonare una cifra uguale al costo del week end? O basta fare una qualche auto-dichiarazione che la stanza sarà disponibile per il fortunato sorteggiato?

2. Globalizzazione : dal momento che in Italia il costo totale di gestione del concorso (perlomeno quello standard, ma spero di avere buone nuove da voi per il caso specifico) supera il valore del premio, cosa comporta se il concorso fosse promosso da un nostro partner straniero (che risiede in un paese meno "burocratico")? Da un punto di vista legale ci sono delle controindicazioni nel farsi gestire un concorso di questo tipo da una società che ha sede in un paese non soggetto alle nostre menate? (è in pratica un modo di bypassare le norme e quindi qualcuno potrebbe incazzarsi) .

Il sito che riporterebbe regolamento , modalità del concorso ed i vincitori deve essere registrato dall' "entità straniera" oppure puo' anche essere il nostro , registrato in Italia??

Grazie per la risposta

Ciao a tutti
Stefano Burdisso
info@hotelbestbooking.com
www.HotelBestBooking.com