Conosci veramente il tuo piano tariffario?

Lo confesso. Sono uno di quelli che ha rinunciato a capire la demenza
delle migliaia di piani tariffari che i gestori della telefonia mobile (e
anche fissa) ci propinano ogni giorno. Non ho tempo e non ho voglia di
scervellarmi con le astruserie. Forse è proprio su questo che contano,
prenderti per sfinimento. A un certo punto uno si rompe le scatole e
telefona perché gli serve: fanculo il gestore, la fascia oraria, la
tariffa, l'opzione, il bonus del menga.

Ma chi riesce a star dietro a tutte 'ste menate? Io ho rinunciato. Mi
rifiuto di sprecare il mio tempo per entrare nella mente malata di chi ha
concepito l'ennessimo piano "vantaggiososissimo". Anche cambiare gestore
non serve a nulla, tanto grosso modo le tariffe gira e rigira sono sempre
le stesse. Sono qualunquista? Forse. Del resto chi ha tempo di confrontare
migliaia di piani tariffari che cambiano ogni mese? Per cosa poi, per
risparmiare 2 euro al mese?

Vorrei quindi chiedere ai listaroli se ci sono altri come me che non sanno
nulla del loro piano tariffario. Quanto costa telefonare sul fisso, quanto
al minuto, quanto lo scatto alla risposta, quanto sui vari gestori, quanto
in certe fasce orarie o nei week-end e sa il cielo quanto a un cellulare
che si trova temporaneamente all'estero.

Siamo alla follia: a me questi "piani" sembrano, di riffa o di raffa,
tutti uguali, zeppi di tranelli e fregature. Lo credo che i gestori fanno
soldi a palate: la gente telefona senza sapere quanto spenderà perché i
soldi glieli devi anticipare prima, senza sapere quanti esattamente. E' un
gigantesco scippo di massa legalizzato: ci vorrebbero regole serie,
chiare, Authority che non dormono dalla grossa, un mercato e una degni
concorrenza decenti. E invece tutti fanno un po' come gli pare, spesso si
mettono tutti d'accordo per tosare meglio il popolo bue (vedi costi di
ricarica). In quale altro paese ci sono milioni di utenti truffati dalle
bollette gonfiate con servizi non richiesti?

La telefonia cellulare, dopo quella domestica, è un'altra favolosa vacca
grassa da mungere. Ieri un fax di 2 pagine spedito via cellulare con WIND
("comunicare in un soffio"), mi è costato la bellezza di 6 euro! Un euro
se lo sono ciulato anche se il fax non è partito (ma perché?), poi altri 5
(!) per la seconda spedizione. Sono 12 mila delle vecchie lirette
risucchiate in un soffio, per un fax che spedito da casa mi sarebbe
costato quasi zero. Naturalmente è colpa mia che non mi sono informato.
Così imparo.