CRM e SANITA'

Buongiorno a tutti voi.

Per la mia tesi mi è stato affidato un caso di CRM quasi senza speranza:
il crm della sanità.

Certo so che è inutile impostare il caso su un'azienda che già ha fatto
suo il crm, la tesi non porterebbe a nulla di nuovo e sarebbe solo una
fotografia del già esistente e funzionante; ma per il crm della
sanità...non so davvero da dove partire.

Ho fatto qualche ricerca on line ed oltre al piano sanitario nazionale
2002-2004, alle risorse umane in ambito sanitario, gli studi e le ricerche
effettuate hanno impostato il lavoro maggiormente sulla qualità ed il
controllo di gestione delle aziende sanitarie, ma poco o per nulla sulla
relazione azienda-cliente/paziente e quindi sull'importanza fondamentale
della soddisfazione, della fiducia ecc..

Personalmente proprio la settimana scorsa (due gioni prima che mi fosse
assegnato questo studio) mi si è gonfiata la caviglia in un modo
spaventoso, per una piccola storta e al pronto soccorso l'ortopedico
sembrava avesse una laurea in "fasciologia" più che in ortopedia...per non
parlare del modo di presentarsi e di curare me infortunata/insoddisfatta
paziente....potete immaginare come sia prevenuta sull'argomento, come
credo la maggior parte degli italiani, visto i tempi di attesa per le
visite!!!

Dal punto di vista scientifico riconosco che è interessante, ma non certo
facile...dove posso trovare del materiale veramente utile, anche dei libri
dedicati all'argomento.

Mi affido alla vostra esperienza.

Isabella Del Vecchio