Customer care?

A proposito del linguaggio, dell'usabilità e dell'orientamento al cliente
(che poi potrebbero essere la stessa cosa), eccovi uno scambio di
corrispondenza che ho avuto da poco con il call center help desk della
Banca Toscana di cui sono cliente. Chiarisce meglio quanto intendevo dire
nella mia replica a Boscarol a proposito di sensibilità verso la customer
care.

Io scrivo:

"Ho dovuto riformattare l'hard disk, per cui ho perduto tutti i dati.
Vorrei sapere perciò come posso fare a riattivare il mio collegamento
internet banking. Devo comunicarvi i miei codici? Se sì quali?"

La banca risponde:

"Egr. Sig. Santucci, per riattivare il servizio Lei deve importare un
nuovo certificato al posto di quello perduto nella formattazione. Allo
scopo deve farsi censire dalla filiale in STATO 01 e ripetere la procedura
di ATTIVAZIONE SERVIZIO.
Distinti saluti"

Io non capisco nulla e riscrivo:
"avete provato a fare un test sulla comprensibilità della frase "farsi
censire dalla filiale in STATO 01"? Non potreste tradurla in italiano
umano?"

La banca:
"Egr. Sig. Santucci la frase "farsi censire dalla propria filiale in STATO
01" serve a far capire al personale della filiale la procedura da seguire
per permettere al cliente di fare una nuova attivazione. Il messaggio
informatico a Lei indirizzato pur nella propria caratteristica
sinteticità, ci sembra formulato in un italiano corretto e comprensibile e
sufficientemente esauriente per risolvere il Suo problema.
Cordiali saluti - Banca Toscana Help Desk"

A questo punto ho chiamato in banca per riferire il tutto. Bastava
telefonare in filiale, e a qualunque impiegato dire: "per favore,
mettetemi in "stato zero uno". E poi ripetere la normale procedura di
attivazione.

Che ve ne pare?