Da barbone a miliardario

Ciao lista,

Guy Ritchie (omonimo del marito di Madonna) clochard di professione, ha deciso di creare un sito (www.bumllionaire.com) nel quale ha espresso il desiderio di condurre una vita senza difficoltà, chiedendo online un dollaro a un miliardo di persone, con l'obiettivo di sistemarsi a vita e fare il "bum" su Forbes. Ad oggi ha raccattato solo 796 dollari ed ha tempo ancora 184 giorni per arrivare alla cifra anelata.

Io mi domando: ma con tutte le persone che hanno bisogno di un aiuto concreto, chi è così credulone da non pensare che ci sia qualcuno di molto furbo dietro un blog così strutturato -con tanto di collegamento al sito
Paypall, la possibilità di pagare con carta di credito, un merchandising ampio, video interviste e tanto altro ancora?

Se un barbone avesse davvero un pc con collegamento ad internet, la possibilità di aprire un account paypall, le conoscenze per creare un blog indipendente e non legato a splinder o altri, secondo voi sarebbe realmente un barbone?

A mio avviso dietro a questa "promozione" ci sono almeno 5 persone, con conoscenze diverse, che hanno dato qualche mese di gloria ad un anonimo clocherd di strada.

Complimenti per la bella azione marketing a chiunque l'abbia ideata, ma con tutti i problemi seri che milioni di persone si trovano ad affrontare giornalmente in tutto il mondo, trovo la cosa davvero di cattivo gusto.

Voi cosa ne pensate?
Ciao a tutti,

Mirna Pacchetti
www.queicattiviragazzi.it
http://queicattiviragazzi.spli nder.com