Deep web l'inizio della fine dei motori tradizionali?

Volevo parlare un po del cosidetto "deep web" ossia di tutti quei siti
sono pubblicamente accessibili ma che non vengono indicizzati per motivi
tecnici dai principali motori di ricerca.

I motivi tecnici dipendono da come i data base vengono costruiti in
maniera da nascondere le informazioni.

Da i dati che ho letto su una rivista questo mondo sommerso rappresenta
circa il 60%...lo so ha stupito anche me...

quindi cosa significa che siamo davanti a una divisione del mondo internet
in due?

Questa nuova tendenza puo dare molti spunti di riflessione, é l'inizio
della fine dei motori tradizionali?

O forse la pretesa di organizzare il mondo internet come una grande
libreria é pura utopia data la sua tendenza all'infinito ...

Ecco alcuni motori per cercare in sto mondo (assurdo):

-www.lexibot.com
-www.invisibleweb.com
-www.completeplanet.com
-www.calvin.edu/library

Open Text Italy
Gianluca Caffaratti