Dove andrà a finire l'italiano?

Ciao Lista,

Faccio un breve intervento provocatorio, di cui si parlò già un po’ di
tempo fa, perdonatemi quindi questi "ripetizione"...

Io non sono italiano e mi rendo conto che in alcuni settori è necessario
usare un gergo di un certo tipo, che solo gli addetti ai lavori sono in
grado di comprendere ma secondo me l'enfatizzare questa cosa sfiora il
ridicolo.

Parto dal semplice utilizzo della parola week-end al posto di fine
settimana (i nostri figli sapranno cosa è un fine settimana?), all'ultimo
sentito qui sulla lista decision-maker (cito simpaticamente David:" -
eventualmente porta gente al cinema, o almeno convince il decision-maker
(il famoso amico che organizza la serata al cinema e che decide il film
per tutti)")

AH, dimenticavo: lo shopper!

Sapete cosa è lo shopper?

Lo shopper dovrebbe essere una di quelle buste che vi forniscono alle
fiere per raccogliere il materiale informativo.
Rido sul fatto che si utilizza un termine inglese ma con un articolo
italiano, rido perché in Inghilterra per shopper si intende la busta della
spesa. Non credete che si sta sfiorando il ridicolo?

Pensate a come pronunciate MAtrix...(quanti di voi hanno detto "Metrix"),
vogliamo parlare di come chiamate il mitico Superman ("supermen" giusto?),
e allora perché il povero Batman debba essere solo "batman" e non
correttamente "BetMen"?

Davvero pretendiamo di riempire la lingua italiana di sostitutivi più
brevi ed immediati e nemmeno ci accorgiamo che in 3 frasi che abbiamo
detto abbiamo utilizzato 5 termini inglesi senza saperne nemmeno il senso
esatto?

Passino i vari viral-marketing (anche se nonvedo dove sta il problema di
marketing virale) e i più simpatici buzz-marketing che potremmo chiamare
"marketing contagioso"?...

Sicuramente c'è la reale necessità di adottare in alcuni campi i termini
specifici che derivano dalla lingua inglese, ma vi prego, non uccidiamo
l'italiano.

Cito ancora David (sto solo prendendo spunto dal tuo intervento, non ce
l'ho con te :-)):"- crea una entertaining experience molto contestualizzata"

Entertaining experience, wow che ficata, come lo traduciamo in italiano? O
cominciamo davvero ad uccidire questa lingua?
Potrei continuare la lista all'infinito e chiedermi del perché si sta
decidendo di uccidere una lingua così ricca e piacevole, con tantissimi
sinonimi e modi di dire.

Ultimamente ho sentito alla radio una pubblicità di una macchina, la
pubblicità era in italiano ma il pay-off (prima parola uccisa) era in
inglese...si, pronunciato sicuramente nella maniera americana più cool
(seconda parola uccisa) possibile, ma quanto ascoltatori avranno realmente
capito che hanno detto?

Buona riflessione,

Martin Benes