Driving customers, not just site traffic

Un saluto a tutta la lista.

Nel brief indicato in oggetto e pubblicato a fine marzo, Forrester
Research ripropone, a due anni di distanza, il tema degli strumenti del
digital marketing, valutandone -con il metodo delle interviste ai
protagonisti del settore- notorietà ed efficacia e cercando di delinearne
le linee guida per il futuro prossimo.

Mi piacerebbe coinvolgere la lista in una valutazione di quanto propone il
brief (che ora vado a riassumere per quanti non ne hanno preso visione)
anche alla luce della realtà online italiana e delle esperienze di digital
marketing nostrano.

Questo per somme linee quanto dice il report:

  • gli online marketers non lavorano più solo sulle campagne banner, bensì
  • le integrano con altri tools, principalmente e-mail (nelle sue varie
    declinazioni) e sempre più spesso programmi di affiliazione.

  • affiliate marketing works extremely well -- for retailers. La famosa
  • lista di Forrester che confronta la percentuale di utilizzo degli
    strumenti di digital marketing con la reale efficacia percepita,
    nell'edizione 2001 vede i programmi di affiliazione in seconda posizione
    per quanto riguarda la effectiveness.

  • email wins, when done right. Il metodo migliore per generare traffico su
  • un sito, secondo le interviste di Forrester, è quello di utilizzare le
    email per comunicare con i clienti già acquisiti; strumento molto più
    efficace e meno costoso, ad esempio, rispetto all'opt-in email, che si
    piazza in ultima posizione nella classifica relativa all'efficacia. Per
    l'email si propone però il problema dell'efficacia a lungo termine. Se,
    infatti, per chi naviga da meno di un anno le email sono valutate come
    un'ottima fonte per la promozione di nuovi prodotti o servizi (54% degli
    intervistati), per quanti navigano da oltre 4 anni tale percentuale scende
    al 44%; quest'ultima categoria si lamenta per l'elevato numero di email
    pubblicitarie che riceve (53%), tanto da cancellarle spesso senza neanche
    leggerle (39%).

    E-mail to customers ed affiliate programs, ovvero strumenti che puntano
    alla vendita ed alla retention piuttosto che alla awareness, risultano
    quindi gli strumenti più efficaci per generare site traffic. A questi si
    aggiungono i motori di ricerca ai quali, sempre secondo Forrester, si è
    affidato il 73,4% degli intervistati per cercare nuovi siti web.

    Il media offline ed i banner influenzano comunque l'attività sul web,
    questi ultimi soprattutto se riescono a centrare il cliente nel momento in
    cui si appresta a prendere una decisione; la loro efficacia, inoltre, non
    deve più essere valutata unicamente in base al click-thru, bensì valutando
    i movimenti che il cliente fa, partendo dal banner.

    Scusandomi per la lunghezza del post, spero di dare vita ad un thread
    interessante e costruttivo;-)

    Fabiana

    ==============================
    Fabiana Lombardelli mktg manager
    Holimites.com Srl dynamic holidays
    fabiana@holimites.com
    www.holimites.com
    le tue vacanze dinamiche sulle dolomiti
    ==============================