E-Book e sviluppi futuri

Un saluto a tutta la comunità di M-List.

Vorrei, con questo mio primo intervento, aprire un po'
l'orizzonte tracciato dalla discussione sul tema e-book e sugli
sviluppi futuri delle tecnologie ipertestuali e multimediali.

Chissa perché, ho l'impressione che la maggior parte di coloro che
sostengono posizioni "nostalgiche" (del tipo: il piacere della
lettura di un libro davanti al focolare, l'odore della carta, il
rumore della pagina che viene girata, ecc) siano giovani, nuove leve del
marketing, della comunicazione, dell'informatica, nonché per molti
versi appassionati navigatori in rete.

Io ho 50 anni e da oltre 30 anni cerco di star dietro - e qualche volta
davanti - agli sviluppi tecnologici, da quando il mainframe era chiamato
"calcolatore elettronico" (un Univac con schede perforate a 80
colonne), oppure il PC era un IBM AT/XT, oppure da quando eravamo nella
fortunata posizione di comunicare attraverso l'Europa con linee
dedicate da 2,4 kbps.

Ebbene, pur nella semplificazione del concetto: non si torna più indietro!
Il futuro è digitale!

Nuovi soluzioni sono entrate ed entreranno presto a sostituire il telex,
il fax, il telefono come mezzo per lo scambio di messaggi audio, i
giradischi, il player per cassette, il videorecorder e relativi supporti
in vinile o magnetici, il maledetto floppy da 1,44MB, la cinepresa di
qualsiasi formato e tra poco la videocamera (suo successore), come pure
la macchina fotografica a pellicola. E la stessa fine faranno il libro ed
il cinema, non il luogo fisico ma il modo di produrre e di vedere storie
filmate.

Pur avendo il desiderio di ampliare più dettagliatamente qualcuno degli
esempi, non voglio abusare della vostra attenzione (anch'io tendo a
non leggere o a sorvolare interventi troppo lunghi) e pertanto concludo
qui invitandovi ad estendere la mia lista, fin troppo banale, indicando
secondo voi cosa sparirà da qui a 5 anni e ,se volete, da cosa verrà
rimpiazzata.

Ing. Giuseppe (Pino) Tinti
Marketing Manager
e-mail: pino_tinti@hotmail.com