E della privacy mi pulisco il seXXre

Salve a tutta la lista, oggi mi piacerebbe parlare della
privacy garantita ai clienti di siti E-commerce.

Premetto che, essendo i siti E-commerce già in crisi
per conto loro, non vorrei scagliare l'ennesima pietra
ma i fatti che scriverò di seguito fanno pensare...

Sono andato sul sito www.cdflash.com , un sito che
vende musica italiano. L'aspetto grafico è accattivante,
il sito sembra ben realizzato.. l'usabilità a mio giudizio è
pessima ma nel suo insieme spinge ad acquisatare.

Vado sul link privacy ( cosa che quasi nessuno fa.. ) e
leggo le solite frasi... che in parole povere dicono questo..
" i dati sono archiviati in modo digitale e cartaceo al solo
scopo di spedire la merce al cliente" etc etc
Tutto regolare... è ovvio che il mio desiderio sarebbe quello
di acquistare in modalità quasi anonima... mi registro indico l'indirizzo
a cui spedire e fine così... almeno dovrebbe essere così...
ritorno in Home page e cosa vedo...
Che l'utente che ha acquistato 5 minuti prima viene pubblicato in Home
page ... cose da non crederci...

Alle ore 0.30 del 16 maggio l'ultimo utente si chiama XXXX XXXX
è di Viterbo e ha acquistato l'album dei Kiss Revenge...

Cose da non crederci... Voglio dire .. ho appena finito di leggere
l'informativa sulla privacy e mi pubblicano il mio ordine in prima
pagina...

E se fosse un Sexyshop? pubblicano nome e cognome e città
di tutti i clienti che hanno richiesto vibratori o falli di gomma o
cassette Hard? Ma voglio dire... chi è quel direttore marketing che
permette ste cose? chi è quel legale che segue questa società?
come si fa ad accettare una cosa del genere come utente finale?

La mia domanda è questa... un povero utente finale che crede di starsene a
casa in solitudo... col suo pc e gli viene voglia di farsi un regalino..
quando se lo potrà fare senza essere loggato in mille server?

A parte gli scherzi.. io mi chiedo il senso di questa scelta di marketing.
A mio modo di vedere la cosa è un autogol... e ritengo che possa
essere anche ritenuta illegale in quanto non difende i diritti dell'utente

Cosa ne pensate?

Saluti a tutti

Paolo Placci