E ora, qualcosa di completamente diverso... il chocolat marketing

Un saluto a tutta la lista.

C'era una volta Pippo che voleva fare il marketer, era affascinato da
questo lavoro. Un bel giorno riusci' a farsi assumere da una piccola ditta
di cioccolatini.

Allore disse "proviamo qualcosa di veramente nuovo, ho in
mente un trucchetto che al mondo delle auto ha reso milioni"
(di euro, s'intende).
Nuova campagna promozionale per la vendita dei cioccolatini, facciamo come
si fa per le auto, li vendiamo a rate.

Fallimento clamoroso!
Pippo concluse:
"Il marketing tradizionale non funziona per i cioccolatini." "Quindi?" gli
chiese la segretaria. "Semplice inventiamo il chocolat marketing" rispose
lui, ma purtroppo il titolare non ne volle sapere.

Quindi Pippo continuo' a sperimentare, pensando:
"Vediamo se il vecchio marketing e' tutto da buttare".
Ad un certo punto ebbe una nuova e grande idea:
"Facciamo una bella televendita, per materassi e pentole
funziona benissimo!"

Altro fallimento commerciale, e la ditta sulla soglia della bancarotta.
Pippo che ripeteva al titolare, "io ho fatto veramente di tutto, li
potevano comprare anche con la carta
di credito oltre al bonifico bancario, il contrassegno, ecc."
A questo punto non avevano neppure piu' i soldi per pagare
un nuovo direttore marketing, quindi decisero di tenere
Pippo.
Il titolare iniziava gia' a pensare a dove scappare per non farsi trovare
dai creditori. Ormai all'ultima spiaggia, decise di far provare a Pippo
le sue teorie.

Pippo era felice, per lui era una vittoria personale.
Era stufo delle vecchie e logore regole, lui si sentiva un innovatore.
Il suo motto divenne:
"Qui servono idee veramente nuove, perche' i cioccolatini
sono qualcosa di completamente diverso!"

Decise infine di sovrintendere la progettazione di cioccolatini nuovi,
originali.

  • Decise che gli adulti non avrebbero potuto capire le sue
  • innovazioni, quindi era opportuno rivolgersi solo ai giovani
    (scelta del target);

  • Decise che la forma dei suoi cioccolatini doveva essere
  • originale (packing);

  • Decise che dire alle persone di comprare i cioccolatini era old
  • economy, bisognava cambiare tutto. Quindi progetto' l'esatto
    contrario, il suo nuovo motto fu: "Non mi comprare", scritto
    su cartelloni da 15 metri per 7 (Visibilita');

  • ecc.
  • Al termine di questa nuovissima ed originalissima campagna di vero new mkt
    Pippo si autoproclamo' eroe.
    Aveva visto giusto, la sua creatura, il chocolat marketing, esisteva
    davvero e funzionava, generava profitti dove tutte le tecniche
    tradizionali avevano miseramente fallito!

    Dato il successo di questa linea di cioccolatini un sagace giornalista
    decise di intervistare Pippo, l'eroe del business.

    Pippo baldanzoso inizio' a parlare della sua nuova scoperta,
    di questo mondo sommerso che finalmente era venuto alla
    ribalta (il mondo della cioccolata). Inizio' a fare previsioni finanziarie
    avveniristiche in cui grazie ai nuovi strumenti di mkt tutte le aziende di
    cioccolatini avrebbero aumentato notevolmente i propri guadagni, ecc.

    Uscirono titoli a tutta pagina: "Pippo dopo aver risollevato una ditta in
    fallimento proclama la nuova era dell'economia del cioccolato!".

    Al che questa intervista inizio' a fare scalpore nel mondo della finanza,
    facendo lievitare leggermente le azioni della societa' di Pippo.
    E tutti pensarono: "se le sue azioni salgono veramente, significa che il
    chocolat mkt esiste e funziona!".

    Gli investitori iniziarono a comprare pacchetti azionari di aziende di
    cioccolatini "Bisogna far presto, prima che il titolo esploda!".

    Tutto il mondo a questo punto osannava Pippo e le sue
    miracolose scoperte.

    Tantissime persone iniziarono la nuova corsa all'oro:
    "Costruiamo un'azienda di cioccolatini e ci quotiamo in
    borsa!"

    Intanto i colossi, immobili, rimanevano a guardare.

    I consumatori, volendo far parte di un sogno di gloria, compravano
    cioccolatini di marche sconosciute.
    L'euforia dei mercati inizio' a premiare le prime aziende entrate in
    borsa.

    ......

    Il resto e' storia di oggi.

    PS: Proporrei a Pippo anche una raccolta punti sulla vendita di
    auto: ogni 100 auto un set di piatti in regalo, di marca s'intende.

    Stefano Sirri.