Email marketing e spam... che differenza c'è???

Giancarlo Livraghi scrive:

La definizione di "spam", naturalmente, e' soggettiva. Cio' che a me
sembra interessante o "perdonabile" a qualcun altro puo' sembrare
inaccettabile - e viceversa.

E io mi trovo, come sempre d'altronde, perfettamente d'accordo con lui.
Il problema è: che differenza c'è tra l'emailmkt e lo spam?

Logicamente è una provocazione, ma proprio la congestione creata dallo
spamming ha creato quel clima di sfiducia e irritazione che rende
fastidiosa anche la posta di chi fa le cose per bene... o no?

Ora io mi trovo con la richiesta di un mio capoccione che vuole mettere su
una campagna di email-marketing per una nostra consociata, gli indirizzi
email con il consenso ci sono ma..... come faccio a essere simpatico,
incisivo, utile, conciso, professionale..... e sopratutto a farmi leggere
e linkare??!!??

Ogni aiuto è benvenuto.

Ciao a tutti,

Michele Faustin