eMail Marketing: qualità VS quantità

AriBuongiorno,

una ventina di giorni fa abbiamo raccontato alla lista una nostra piccola
esperienza nel campo dello spamming, effettuato con l'invio mensile di un
calendario dall'indirizzo calendario@artservice.it. Tempo fa, per pura
curiosità, ci siamo iscritti a una delle tante mailinglists di
buongiorno.it con la nostra casella generica artservice@artservice.it.

Oggi riceviamo i messaggi seguenti:

Gentile calendario@artservice.it,
sono Anna dello Staff di Buongiorno.it e ho 2 GRANDI NOTIZIE da darti:
.....

e:

Gentile artservice@artservice.it,
sono Anna dello Staff di Buongiorno.it e ho 2 GRANDI NOTIZIE da darti:
.....

e, stamattina:

Per cancellarti da (omissis) by (omissis):
invia un messaggio vuoto a
calendario.569.lastminutenews.remove@send.it
e rispondi al messaggio di conferma che ti sarà inviato.

Ora, il secondo eMail è frutto di una nostra autorizzazione o
"permission", abbiamo cioè richiesto delle informazioni, degli
aggiornamenti etc; questo nostro indirizzo ha quindi un valore
qualitativo. Il primo e il secondo eMail invece sono stati inviati a un
indirizzo sì attivo ma, per chi l'ha "acquistato" da buongiorno.it, privo
di alcun valore qualitativo, perché calendario@etc non ha richiesto niente
a nessuno. Quindi ha solo un valore quantitativo, cioè valore zero per il
committente.

Cordiali saluti
Frank Stahlberg
Artservice - Roma