Email project

cara amici di lista,

in settimana sono stato da fnac per un incontro sull'email marketing
moderato da elena.

a dire il vero, più che moderato dovrei dire animato, visto che le uniche
scintille di vita - biologica, intellettuale e culturale - mi sono
sembrate le sue. sto per impegnare parte della mie prossime giornate su un
progetto di email marketing: è la prima volta che me ne occupo
concretamente e mi frullano in testa tutte le cose lette in lista e fuori.
email e permission, netiquette e rischio spam,
stile di copywriting, contenuti e nocumento degli attachment.

ma un dubbio continua ad attanagliarmi. dovrò contattare un target
referenziato - notai, commercialisti, avvocati - e proporre loro un
prodotto di alta gamma nel settore automobilistico.

secondo buon senso, ho concordato con il committente di non cercare
l'offerta diretta del prodotto, ma di proporre un'offerta esclusiva e
credo appettibile, la prova su strada prenotata del mezzo.

due i vantaggi: la prova stessa che normamente non è offerta vista la
tipologia di prodotto - leggi prezzo! - + la prenotazione via internet e
conferma da parte della concessionaria di zona a scelta via mail o
telefono.

domanda: partire in tromba con l'offerta o far precedere un messaggio di
richiesta di interesse?

l'indirizzo mail che avrò a disposizione sarà quello dell'ufficio/studio e
non il loro personale: probabile che lo leggerà/scaricherà la segretaria o
uno degli impiegati. rischio filtro alto.

insomma, che tattica mi consigliate?

gianluca favro
creative team leader ap&b