Entertainment

ciao a tutti.

prendo spunto dall'intervento di Carlo Bassi che scrive:

ho visto che si parlava anche
della tv, esempio oggi più evidente di mancanza di qualità.
Ma anche la rete non scherza!

pochi giorni fa ho partecipato alla presentazione di un nuovo istituto di
ricerca che primo in italia svolgerà ricerche di mercato attraverso la
rete.

nell'illustrare il perchè di questa decisione, uno dei relatori ha
presentato un monitor degli internauti che a cadenza trimestrale
l'istituto madre attiva.

risultati in sintesi: in 18 mesi gli internauti sono quintuplicati ed è
aumentata pericolosamente la percentuale che alla domanda "cosa trovi
sulla rete" risponde: schifo.

non per niente il titolo del documento distribuito era:" internauti: il
trionfo e la rabbia".

quando circa un mese fa ho proposto alla lista di discutere sulla mancanza
di entertainment in rete, l'ho fatto legandolo al business, ponendo il
dubbio che oltre a tutti gli altri problemi specifici forse questa
mancanza poteva essere responsabile dell'infedeltà dei visitatori, del
loro girovagare senza comprare, senza fruire veramente dei contenuti e dei
servizi. ho visto con piacere che il tema ha appassionato molti di noi che
sono intervenuti con riflessioni disparate, a volte critiche altre a
sostegno dell'argomento. alla fine si è arrivati a parlare dei sistemi di
intrattenimento a noi più familiari: la tv e al suo interno la pubblicità
e la programmazione.

rilancio la pietra: siamo sicuri che questo sia l'unico significato di
entertainment che la rete può e vuole veicolare? l'intrattenimento è
pensabile solo come funzione passiva/rilassante o attraverso la rete può
essere una molla di interattività, uno strumento marketing, utilizzato a
scopi di attivazione a favore di business diversi? per restare al vissuto
canonico di intrattenimento - la convergenza tra tv e internet con format
che fungano da ponte tra i due media, può essere una via d'uscita per la
nausea che attanaglia il target medio-alto ( non è elitarismo, sono le
ricerche che evidenziano l'emorragia e gli interventi in lista la
confermano), quando si pone davanti allo schermo per rilassarsi?

a questo proposito, se volete ho un aneddoto che viene da un'esperienza
diretta a milano creativo festival!
se avete voglia, proviamo a parlarne ancora.
ciao

gianluca favro
partner e web mktg director keiretsu
io.zippo@libero.it
0338.5725197--