Fermate il mondo... voglio risalire!

Questo 2003 è un anno quanto mai strano.

L’incertezza domina la nostra vita col risultato che non si prendono
decisioni. Un amico, che lavora in una multinazionale, mi ha detto che oggi fa in una settimana quello che in
passato faceva in mezza giornata.

Ho quindi sentito il bisogno di “staccare la spina”. E l’ho fatto
veramente.

Sono stato in vacanza per 3 settimane in una località alpina e ho evitato
il contatto con qualunque fonte d’informazione. Ho lasciato sempre spento persino il computer. Avevo
veramente bisogno di liberare la mia mente dalla quotidianità.

Ieri sono tornato e ho acquistato il giornale. Ho atteso la fine della
giornata per leggerlo. Sono rimasto affascinato dalle notizie e dalle pubblicità che ho visto.

In merito alle notizie non credo che questa Lista apprezzi commenti in
merito quindi le
tralascio segnalandovi però la sorpresa che hanno provocato in me notizie
come Il lancio
della nuova Panda Fiat “A fine anno la quota tornerà al 30%” (se ci
credete voi…);
Telekom Serbja (indipendentemente dal colore politico, i toni sono da vera
e propria
rissa); la Francia spinge il deficit europeo oltre il 3% (ma come? I
Francesi – sempre
pronti a bacchettare gli altri – sono la zavorra dell’euro?); Conti
correnti e mutui, la
trasparenza arriva allo sportello (da quanti anni la banche ci promettono
la trasparenza?); Katie, la bionda che ci sa fare con il pallone del football
La Hnida è stata
la pima ragazza a segnare dei punti in una partita universitaria (anche
questo è un segnale di un mondo che continua a cambiare).

Vediamo ora le pubblicità.
Pagina 10: Nettuno: la tua università ovunque tu sia.
A chi non è capitato di scherzare sulle trasmissioni televisive che, nel
cuore della notte,
impartivano insegnamenti? Ebbene signori, oggi Nettuno vuol dire 38
università consorziate pari a 450 corsi. Avreste mai immaginato che l’università
telematica potesse diventare così grande?

Pagina 17: Gaudio e Video. Hai molti Mpeg da scaricare? Ecco l’Adsl a tua
immagine.
Alice Telecom. Vi invito a rileggare la domanda “hai molti Mpeg da
scaricare?”. Ecco
dunque che l’ex monopolista ci invita apertamente a scaricare Mpeg. Il
fatto poi che nella maggior parte dei casi stiamo commettendo un’azione illegale è
marginale….

Pagina 19: Microsoft Server 2003. Do more with less.
(…) La videocomunicazione via Web: questo servizio che Tiscali ha
sviluppato in soli tre
mesi grazie alla nuova applicazione Microsoft e al supporto Web service.
Oltre 7 milioni
di utenti Tiscali in Europa potranno usufruire di questo servizio
innovativo, grazie alla
flessibilità e alla sicurezza di Windows Server 2003.
Domanda: ma perché la videoconferenza non decolla? Cosa ne pensate?

Pagina 32: Essere protagonisti nel mondo del lavoro? Ora è possibile.
Guida alla Patente Europea per Computer. Mi suona tanto di truffa. Qualcuno di voi ne sa qualcosa di più?

Pagina 41: Abbonatevi fino alla morte campagna choc di Rollino Stone.
L’offerta a 99
dollari della rivista Usa, “bibbia” mondiale del rock.
Questa in realtà è una notizia che riprende una pubblicità. È forse la
cosa che mi ha
sorpreso di più perché potrebbe ribaltare completamente il conto economico
di una testata. Non so a quanto ammontano gli introiti derivati dalla vendita di
ogni uscita.

Se Rollino Stone lo ha fatto vuol dire che ha scelto di finanziare la rivista
–e le spese di spedizione agli abbonati – con la sola pubblicità. Rollino
Stone infatti non è
solo un giornale di musica e quindi possiamo ipotizzare un grande successo
dell’iniziativa. Potrebbe facilmente triplicare (o forse anche più) il
numero di lettori con questa proposta. E quindi diventare numericamente molto più interessante per gli
inserzionisti pubblicitari.
Cosa ne pensate?

Pagina 42: Capital presenta il Calendario di Randi Ingerman. La novità è
che la bellissima americana è proprio in topless a piena pagina. Forse è la prima volta. Non è
un po’ troppo per una testata come il Corriere della Sera? Se – come molti giornalisti
auspicano – il giornale fosse letto in una scuola non creerebbe un certo
imbarazzo? E lo
dico non tanto per il seno della bella Randi quanto perché il professore
dovrebbe spiegare questa mania – tutta ltaliana – dei calendari!

Sono di avere messo molta carne al fuoco ma è stata una bella esperienza!
Grazie a tutti per il vostro tempo.

Ambrogio Ghezzi