Futuro di una casa discografica e della musica

Buongiorno a tutti,

rispondo a Laura sul futuro della musica occupandomi di consulenze nel
settore radiofonico (on-air e on-line) e assistendo giornalmente a
discussioni in materia:

E' ormai prossima la regolarizzazione normativa della "musica liquida" e
speriamo che molti lati oscuri siano chiariti.

Il futuro della musica secondo me è la radio on-demand, dove i diritti
discografici sono pagati in base ai brani ascoltati dagli user: le
tecnologia già lo permette.

Resteranno da chiarire i canoni da pagare per fruire di questo servizio,
costi umani della la banda necessaria per un ascolto DOC e soprattutto
convincere gli italiani a non "toccare o possedere la musica", ma
ascoltarla.

Ciao
Danilo

P.S. Avete mai ascoltato una web-radio con una programmazione Smooth Jazz
collegata al vostro sistema Home-Theatre ?
Non so perchè ma mi sembra di "navigare"

Dr.Danilo Rampino
Marketing Manager
danilo@proradio.it


PRO RADIO
Creative Innovation
www.proradio.it