Geo Permission Marketing One-to-One

Ciao a tutti i listaroli!

Approfitto dell'intervento di Giuseppe Scotto di Vetta sul Mobile
Advertising per sottoporvi una mia personale "vision" su un nuovo modello
di marketing che sfrutta le tecnologie "futuribili", UMTS, GPRS, un
modello che ho voluto definire "Geo Permission Marketing One-to-One".

La "vision" era parte dell'esercitazione finale del Master in eBusiness
(1)organizzato da Ateneo Multimediale, al quale ho partecipato in qualita'
di "tutor", ed e' datata luglio 2000. Da allora (neanche fosse passato un
secolo!) ci sono stati passi avanti, sia visti gli eventi legati all'UMTS
che le nuove applicazioni del GPS (Global Positioning System), si veda
per esempio il nuovo accordo TIM e Polizia Municipale di Roma per un
sistema di radiolocalizzazione dei mezzi tramite rete GSM.

Per entrare nell'ottica del Geo Permission Marketing One-to-One dovreste
tentare di immaginare lo scenario "futuribile" dell'UMTS, diffuso ormai in
tutto il mondo. Ci siete?
Bene. Mentre molti operatori forniscono il servizio a pagamento, come oggi
per i telefoni cellulare, nel mercato si impone un nuovo operatore del
"Free UMTS", che ho battezzato "MobileFree". Questa societa' non possiede
una licenza UMTS, ma sfrutta le licenze altrui per offrire un servizio
gratuito, in cambio dell'esplicito permesso dell'utente (permission
marketing) a ricevere messaggi pubblicitari. Scendiamo nel
dettaglio......!!

L’utente è collegato a Internet 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a costo
zero. ( con Mobile Free, il gestore che offre il collegamento gratuito).
All’atto della sottoscrizione del servizio, l’utente compila un
questionario nel quale viene profilato senza tralasciare “quasi” (dico
quasi perché molto è stato fatto ma, come sempre, tutto è ancora da
inventare) nulla al caso. Ovviamente il gestore rivende il “profilo”
dell’utente alle aziende, che possono così utilizzare il mezzo per
inviare messaggi pubblicitari (non temete, ci sono dei limiti
all’esposizione dell’utente alla pubblicità). Ma fino a questo punto ci
eravamo già arrivati con la rete, o con la sola tecnologia UMTS. Quello
che il Geo Marketing offre in più, è la possibilità, attraverso i
satelliti, di localizzare l’utente, e di inviargli così messaggi non solo
in base alle sue preferenze, ma anche in base alla sua posizione
geografica!

Tecnicamente, il gestore del servizio ogni tot minuti individua la vostra
posizione, verifica il vostro profilo e vi invia il messaggio (con un
limite di "x" messaggi ogni 24 ore!!). Volendo il numero di messaggi ai
quali si e' sottoposti...potrebbe anche essere proporzionato al traffico
telefonico (piu' telefonate....e spendete, e piu' messaggi ricevete, fa
anche rima!).

Se siete amanti della cucina giapponese e vi trovate in Corso Buenos
Aires a Milano verso le 19.30 (sempre che sia quella l’ora alla quale
abitualmente cenate) riceverete l’invito a cena dal ristorante FWENG
CHONG a 20 metri da voi|! E non dimenticate che il nuovo “cellulare”
risponde ai comandi vocali! Così, se ricevete l’invito dal ristorante
Fweng Chong che vi offre proprio il vostro menù preferito, ma
contemporaneamente vi chiama vostra moglie dicendovi che vorrebbe andare
al cinema, ecco per magia comparire sul vostro schermo i “promo” dei tre
film che proiettano nel Multisala dietro l’angolo. Non temete, sarà
vostra moglie a scegliere, perché premendo il tasto “condividi” potete
fare vedere le immagini che passano sul vostro schermo (incluso l’audio)
al vostro interlocutore.

Se siete d’accordo sulla scelta del film, non vi resta che prenotarvi le
poltrone che preferite nell’orario che più vi fa comodo. Tutto attraverso
il cellulare!

Nella mia "vision" questo servizio ha avuto un successo senza limiti, ed
e' in crescita esponenziale, perché come potete immaginare, il profilo,
unito alla possibilità di individuare con precisione quasi millimetrica
la posizione geografica dell’utente ha consentito alle aziende di entrare
in contatto con il proprio target, con una precisione “matematica” ed un
rapporto costi/ricavi tutto a vantaggio dei ricavi. Anche la piccola
azienda o il negozietto che prima non avrebbe potuto permettersi di
utilizzare forme pubblicitarie diverse dal volantinaggio o dall'affissione
locale, oggi ha a disposizione un mezzo per contattare direttamente il
suo target con una precisione quasi infallibile. Gli utenti infatti
riescono ad accedere alle informazioni alle quali sono interessati
proprio nel momento in cui l’informazione si rende necessaria. In più il
sistema autoapprende, memorizzando le vostre preferenze, le vostre
abitudini, i vostri orari…….state temendo per la vostra privacy? Non è
così grave, ricordate che, proprio come il cellulare, basta spegnerlo per
non essere più rintracciati!!

Ecco il marketing del futuro, nella mia vision, poter offrire ad ogni
sigolo "cliente" il prodotto/servizio(o informazione) giusto, nel momento
e nel posto giusto, ovvero quando e dove il cliente ne ha la necessita'
(piu' o meno esplicita....).

A questo punto immagino le reazioni dei difensori della "privacy"....ma
diciamo la verita', al di la' del consenso espresso all'atto del contratto
(con l'accettazione di tutte le clausole et clausolette del caso), non
pensate che sarebbe meglio poter ricevere messaggi utili piuttosto che
messaggi "sparati nel mucchio"?

E-ntusiasticamente visionaria,
Simonetta
Simonetta Zandiri
zandiri@tin.it
tel.011/9859884