GM

Cari Amici e Amiche,

diciamo le cose come stanno: Guerilla Marketing è una buffonata.
Quanti hanno comprato una Clio soltanto per entrare nella "community"? Un
qualche idiota, può essere.
E il resto del mercato? Presumo: per il prezzo conveniente, consumo
ridotto, sconti, impianto audio in omaggio, pezzi di ricambio disponibili
su vasta scala e non a prezzi da gioielleria, design bello, finite voi la
lista...
Non per entrare nella community.

E' probabile che il GM possa avere qualche risultato per una risicata
tipologie di prodotti rivolti a un mercato giovanile. Riveste il prodotto
di una patina di urban-life (quell'insieme di sensazioni che si associano
alla vita in una grande metropoli, l'odore della metropolitana, personaggi
stravaganti, il chiasso, le sirene) che esaurisce il suo effetto novità in
poco tempo. Ma per il resto è solo il fumo negli occhi, almeno questa è la
mia opinione.

Andiamo indietro di un paio d'anni. Nasce negli States una di quelle
new/e-company di cui (scusate l'impreparazione) adesso non ricordo il
nome. Era la solita ditta innovativa (a quell'epoca tutto era innovativo)
che prometteva di rivoluzionare i mezzi di comunicazione tradizionali, i
modus operandi consolidati, il modo di concepire la pubblicità e cagate
varie.

E' stata quella azienda a parlare di Guerilla Marketing. Questa b2b
stampava dei adesivi con i loghi dei loro clienti, versione coolforteens
ovviamente, e poi avevano una rete di ragazzi hip-hop che girando per le
città gli attaccavono ovunque (aggratis, era il loro passatempo).

Che fine ha fatto oggi questa azienda? Quella di molte altre aziende di
new-economy. Ha chiuso. Esaurito l'effetto novità nessuno si fermava più a
guardare quei adesivi e questa forma di mkt ha perso in breve tempo tutto
il suo appeal. Sono cose temporanee, cose passeggere: non illudiamoci.

Saluti,
Non fate tardi stasera, mi raccomando.


Serghei Nalon.
M:exico Old tecnology
Bologna, Italy.