Guerilla marketing elettorale

Cari listaroli,

tra qualche giorno in Friuli Venezia Giulia si terranno le elezioni
regionali.

Come è logico che sia (?), gli ultimi giorni di campagna elettorale sono
frenetici e la lotta tra politici prosegue senza esclusione di colpi.

Fin qui, niente di nuovo.

Peccato però che a subire i "colpi" della lotta per i seggi sia alla fine
il cittadino, la sua privacy, l'ambiente.

E vi spiego perché illustrando tre opinabili iniziative di guerrilla
marketing elettorale (non cito il partito, non è sempre lo stesso e non sarebbe
politically correct :-):

1. Il candidato XY telefona a casa delle persone e, nel caso risponda la
segreteria telefonica lascia un messaggio registrato "Partito YZ, Elezioni
Regionali, Vota XY" (testimonianza di questa mattina di una mia collega
allibita).

2. Il candidato AB entra nei condomini e lascia il suo santino sulle
maniglie
di ogni abitazione, a mo' del "non disturbare/rifate la camera" che trovate
negli alberghi.

3. Il candidato ZX lascia il suo santino sul manubrio di ogni
scooter/vespa/moto
parcheggiata in centro, dimenticando che a Trieste c' è la bora che soffia
spesso e volentieri... risultato, dieci minuti dopo la città è invasa (mare
compreso) di volantini calpestati e mucchi di immondizia propagandistica.

Sulla stampa locale nessuno ha detto nulla a riguardo.
Mi chiedo se sarebbe avvenuto lo stesso se a fare questo tipo di propaganda
pubblicitaria fosse stata un'azienda.

Sono io ad essere troppo suscettibile ed in politica tutto è concesso?

Confortemi per favore :-(

Un salutone,

Martina

--
martina@weblogz.it
Weblogz: diario di navigazione nel business online http://www.weblogz.it
Adverblog: blog sulla pubblicità in Rete http://www.adverblog.com