Guerrilla Rinoceronte

Dopo le nostre discussioni sul Guerrilla RINoceronte, ho scritto alla Sper per avere
ulteriori informazioni, e qualche dato su cui ragionare...

Ecco quello che mi hanno risposto:

RIN, Radio Italia Network ha sposato la causa di alcuni attivisti che
durante l'estate hanno cercato di diffondere nel modo più ampio possibile
l'immagine del rinoceronte: una prima fase di tale operazione si è svolta
lungo le autostrade e i litorali italiani proprio nel momento in cui
erano maggiormente frequentati e cioè nel mese di agosto; sono stati
distribuiti adesivi con il logo del rinoceronte e volantini che
invitavano a non abbandonare il rino, chiedendone una maggiore "cura".

Questa attività è stata posta in essere per suscitare curiosità e
spingere le persone ha visitare il sito www.rinoceronte.org, on line dal
primo di settembre, sito che è stato promosso anche sulle principali
emittenti radiofoniche italiane(RIN, CNR, Deejay, Capital, RTL, 105, M2O,
Hit Channel) durante la prima settimana di settembre.

L'attività di Guerrilla è continuata nelle principali città italiane
durante settembre e in un primo momento, a ridosso del contro esodo
estivo, il materiale distribuito consisteva solamente in adesivi e
volantini assolutamente blind (solo con l'immagine del rino e senza nessun
altro logo o riferimento), mentre in un secondo tempo sono state
distribuite delle cartoline dove c'era un segno tangibile
del "matrimonio" di cui sopra: il nuovo luogo di RIN.

Credo che uno degli elementi di successo di questa operazione di
guerrilla
sia stato il lavoro metodico e capillare degli attivisti sul territorio e
la promozione sulle radio nazionali dello spot relativo al sito di cui
sopra, sito che nei primi 5 giorni di apertura a contato 11.000
visitatori, 100.000 pagine lette e 5' di permanenza media on web.

Ufficio Marketing Editoriale Sper

editsper@sper.it
(alla c.a. dell'ufficio marketing editoriale sper)