IAB Forum 2003

Ciao a tutta la lista,

volevo scambiare alcune opinioni sullo IAB Forum 2003 che si è tenuto a
Milano, sperando che qualcuno di voi ci sia stato.

Non voglio entrare in discussioni troppo tecniche non essendo in grado di
reggerle, quindi esprimerò solo delle impressioni personali.

Quello che ho percepito dalla giornata è stato soprattutto un cambiamento
nell'interpretazione del ruolo della pubblicità interattiva. Fino a poco
tempo fa si diventava matti a fare i conti su impression e click trough,
ponendosi come obbiettivo della promozione online l'aumento degli accessi
al sito. A Milano è emerso invece che la pubblicità in internet svolge e
deve svolgere una funzione di affermazione del "Brand". Nel mio viaggio di
rientro mi sono soffermato a pensare due cose: la prima è se
l'affermazione del "brand" è importante e determinante per tutte le
aziende che investono in internet o se c'è una differenza di scopi da
raggiungere tra le piccole e le grandi aziende, la seconda è se questo
nuovo ruolo della pubblicità interattiva è una nuova interpretazione per
nascondere i fallimenti degli anni passati (leggi bassi click trough).

A dire il vero a questa seconda domanda posso rispondermi da solo sulla
base di alcuni dati statistici emersi ieri e che hanno dimostrato come
internet svolga soprattutto un ruolo informativo e quindi una funzione di
orientamento all'acquisto che avviene attraverso i canali tradizionali.
Affermare il "brand" sulla rete significa invitare i consumatori a
scegliere i nostri prodotti quando vanno al supermercato...

Alla prima domanda faccio invece un po' di fatica a rispondermi per due
motivi.

Il primo è che operando nel settore mi trovo a trattare soprattuto con
aziende di piccole e medie dimensioni che si aspettano dalla promozione
del sito nuovi contatti commerciali. I nuovi contatti commerciali
avvengono con la visibilità e la visibilità genera accessi e allora siamo
al punto di partenza: la pubblicità mi deve dare accessi.

Il secondo motivo mi è venuto dalla presentazione dei casi aziendali.
Storie di grandi successi degli investimenti nella pubblicità in internet
ma con budget minimi annuali di 130000 €. Secondo voi sono cifre alla
portata di tutti? I casi presentati erano aziende come INGDirect, BenQ,
Wind e Vichy, possono essere esempi rappresentativi del mercato
pubblicitario in internet? Non sarebbe stato più rappresentativo portare
alla luce successi pubblicitari di aziende medio piccole che si sono
affermate grazie al web?

Prima di concludere volevo esprimere un commento sull'organizzazione
dell'evento sperando di non offendere nessuno. Ho trovato davvero molto
interessanti i dati statistici presentati durante la mattinata,
rappresentativi sia dello stato della pubblicità sia dell'orientamento al
consumo degli utenti internet. Tuttavia credo sia stato dato troppo poco
spazio all'approfondimento della situazione del settore, delle prospettive
future, di quello che ancora si può e si deve fare. Tutto questo per
lasciare spazio agli interventi degli sponsor dell'evento. Pensavo di
andare ad un convegno di natura tecnica e non ad una fiera...Spero sia
solo un errore di gioventù, anche perchè trovo lodevole l'idea di
organizzare un luogo d'incontro per fare il punto della situazione del
settore.

Adesso lascio campo libero alle vostre invettive, ma lasciatemi un'ultima
provocazione: IAB Forum 2003 è servito?

Binello Alessandro