Il cine sul cellulare, TRE volte stupido

Ma secondo voi, i "servizi" che si inventano i gestori
telefonici servono? L'ultima trovata, secondo me demenziale,
è il film con Nicole Kidman "The Interpreter", visibile ora
sui cellulari di TRE.

Come dice Serra su Repubblica
"immaginare un tizio che guarda un film su un display grosso
come una scatola di cerini, per giunta pagandolo nove euro,
fa ridere e declassa la tecnologia a volano della stupidita' umana".

Io in genere sono pigro e uso una parte infintesimale dei
servizi che il mio gestore mi propone e tenta di di
vandermi: anzi oramai neppure mi informo di questi servizi
perché al 90% sono tutte fregnacce spillasoldi, come il film della Kidamn
sul cello.

Un po' come le 30.000 funzioni della macchina fotografica digitale. Alla
fine quelle che veramente servono al
fotoamatore evoluto sono 5 o 6, e una o due al fotografo
della domenica. Eppure i manuali sono alti così, come
quello dei cellulari dove non si capisce assolutamente nulla.

Qualcuno ha detto "il cliente non vuole il trapano col mandrino
autoserrante a 18 velocità reversibili, vuole un buco nel muro".

Ma allora mi chiedo: come se li inventano questi servizi? E
gli inventori di queste mega aziende che si scervellano a
per inventare "servizi" sempre nuovi e sempre più scemi, ragionano sulla
effettiva utilità di quel che inventano o,
lo scopo vero, è solo quello di succhiare soldi confidando
sui distratti o sugli ansiosi dell'ultima novità?

Ieri a cena, per dire, due amici sfoggiavano "la videofonata" sui loro
cellulari ultimo modello. Uno stava distante dall'altro
circa un metro. Forse hanno ragione loro. Non gli amici, i gestori.