Il marketing monetario

Spero che questo post non vi sembrerà troppo balzano :). Si tratta di una "discussione accademica" sul marketing applicato alla moneta. Per la precisione una sorta di "moneta alternativa", o complementare, all'euro.
Scusate ma devo prenderla un po' alla lontana per spiegare di che si tratta :)
Lo spunto è derivato dalla notizia di un altro tentativo in questo senso: dopo il Simec infatti, la moneta alternativa creata dal prof. Giacinto Auritia Guardiagrele (Chieti), a Napoli ci riprovano con lo Scec . L'esperimento del Simec era fallito perché le zelanti autorità erano intervenute a bloccare tutto, salvo poi arrivare alla conclusione che non sussisteva alcun reato. Però intanto l'esperimento monetario era stato bloccato pretestuosamente.
A Napoli l'associazione Masaniello ha perfezionato l'idea, soprattutto per renderla giuridicamente inattaccabile. Non quindi una moneta vera e propria ma una specie di "buono sconto" di circa il 20%. Secondo le leggi vigenti infatti il *monopolio di battere moneta spetta esclusivamente alla Banca Centrale*.
L'idea quindi è quella di distribuire gratuitamente ad un gruppo di persone il più vasto possibile un simbolo cartaceo, che si chiama SCEC (Solidarietà ChE Cammina), che sia in grado di far ripartire l'economia locale. Per fare ciò l'Associazione Masaniello propone un patto tra commercianti e consumatori: i commercianti, accettando una percentuale dei pagamenti in SCEC, daranno modo alle persone di acquistare beni e servizi ai quali prima erano costretti a rinunciare; in questo modo i commercianti riusciranno a vendere più facilmente i loro prodotti e ad aumentare la propria clientela ma, a differenza di un normale circuito di sconti, non perderanno gli SCEC che hanno incassato, perché a loro volta potranno spenderli presso le altre attività commerciali, fornitori, produttori e presso tutti quei consumatori che sceglieranno di offrire le loro capacità accettando gli SCEC. Ciascun iscritto può decidere liberamente la percentuale di SCEC che intende accettare, ed in qualsiasi momento cambiare la percentuale o sospenderne l'accettazione, previa comunicazione all'Associazione.
Questa in sintesi l'idea dello Scec. Questo tipo di esperimenti sono sconosciuti ai più (e si capisce il perché), mentre tutti abbiamo potuto constatare quanto sia stata poderosa e massiccia la propaganda in favore dell'Euro, che ha creato di fatto un monopolio della BCE, la banca centrale europea, controllata da azionisti privati, così come la Banca d'Italia è una società privata, una SPA i cui azionisti sono le banche stesse.
Il sistema bancario nel suo complesso è poi quello che ha creato il disastro finanziario mondiale dei subprime. Va precisato che esistono nel mondo diversi esempi di moneta alternativa locale, e qualche tentativo in Italia più o meno fortunato. Questi esperimenti però sono sempre stati relegati finora ad una dimensione locale, in tal modo non riescono a produrre effetti su larga scala, come ad esempio su scala nazionale o addirittura sovranazionale.
Questi tentativi di creare monete alternative, oltre alle ovvie resistenze "istituzionali", fanno molta fatica a decollare perché il meccanismo non è semplice da spiegare, o non è conosciuto a sufficienza. Per questa ragione non si arriva mai a quella massa critica che probabilmente farebbe decollare il sistema, producendo un significativo aumento del potere di acquisto.
Concludendo, e scusandomi se mi sono dilungato, mi chiedo e vi chiedo: come potrebbe essere impostata una campagna sfruttando la rete? Queste iniziative, nascendo tipicamente dal basso, non possono contare su grandi mezzi e quindi immagino che potrebbe essere una campagna virale o qualcosa del genere. Ma come? Senonaltro, potrebbe essere un inizio per far comprendere alla gente il crimine del signoraggio del sistema bancarioche affossa l'economia degli stati e delle persone, e l'assurdo privilegio delle banche che si arrogano la proprietà della moneta. La materia è complessa, ma chi l'aveva ben compresa ebbe a dire:
"Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione" (Henry Ford, industriale)
"Dire che uno Stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri" (Ezra Pound, poeta)
Per saperne di più sullo Scec
www.progettoscec.com  
sul signoraggio
http://www.ariannaeditrice.it/ articolo.php?id_articolo=18185