Insegnamo la net-education!

Ciao Lista, ciao Elena.

Oggi ho deciso di scrivere per chiedere l'aiuto della lista per uno scopo
"socialmente utile".

Sono un'utente di Internet e della E-mail da circa 3 anni, di professione
grafica, utilizzo da sempre il mezzo computer e non ho difficolta' a
districarmi tra programmini vari (pur essendo caduta dal pero quella
famosa volta del messaggio che segnalava l'articolo di Sofri sulle
sporcizie di word): insomma, sono una utilizzatrice della rete come tanti,
diciamo forse un po' piu' "smanettona" ma entro certi limiti.

Recentemente quasi tutte le mie conoscenze "offline" (amici reali
appartenenti alla mia vita reale) si sono trasformate anche in amicizie
"online", nel senso che tutti ormai hanno un indirizzo di posta
elettronica e lo utilizzano quotidianamente per lavoro o svago.

Da qui la bellezza di scriversi di giorno, dall'ufficio, intanto che si e'
collegati ci si manda un salutino online: e' una pacchia, certe amicizie
hanno ritrovato vigore.

Ma io sono stufa: sono stufa di ricevere forward e reply di e-mail di
catene di s.antonio (possibile che ci sia gente che ci crede ancora????)
per giunta piene zeppe di indirizzi-di-amici-degli-amici (poi si lamentano
dello spamming e del circolare dei virus), per non parlare poi di quella
volta che segnalai un sito a cui stavo lavorando (non era certo un
progetto della CIA, ma era pur sempre ancora in fase di test e il cliente
avrebbe potuto anche aversene a male) ad un'amica (volevo un parere
sincero da utente finale) e lei lo ha rigirato a mezzo mondo...

So che queste cose succedono in buona fede, le persone che hanno commesso
questi net-sgarbi lo hanno sicuramente fatto inconsapevolmente, ma mi
chiedo: non si potrebbero organizzare dei corsi di net-education per
evitare che la rete si popoli di una massa di elefanti (non nel senso
della mole ma in quello del tatto) imbranati ????

Qualcuno mi sa dare qualche URL di buona educazione telematica a cui posso
rimandare i miei amici elefanti?

Grazie e buona giornata
Valeria