Interfree - In mobilità quasi tutti.

Ci risiamo:

Ancora insuccessi nel mescalinico mondo di Internet.
Interfree Spa molla il colpo e ritira le proprie ambizioni. Non chiude, ma
si ridimensiona in modo piuttosto pesante.

Cosa è successo:

CDC si occupava di hardware (ferro lo chiamano), e anche bene (Computer
Discount, Cash & Carry, Compy…..) poi ha deciso di crescere e ha aperto un
ISP, Interfree Spa, una compagnia telefonica, Policom, e si è addirittura
comperata una casa editrice, Futura.

Poi?

Poi, la casa editrice gli ha fatto perdere l’Ira di Dio e quindi l’ha
riveduta (male). Per inciso mi piacerebbe sapere perché gli imprenditori
nella vita almeno una volta ci cascano e buttano via denaro nell’editoria.
Forse per comprarsi un posto in paradiso?

In ogni caso, venduta la casa editrice si è concentrata sulla compagnia
telefonica che perdeva decine di miliardi. Ha trovato qualcuno che era
interessato alle infrastrutture della Policom ma per comprarla voleva
qualcosa in cambio (se compro una società che è indebitata così tanto,
qualcosa bisogna dare anziché ricevere) quindi cosa chiede? Chiede un ramo
d’azienda di Interfree, ovvero il dial-up, ovvero l’unica attività che fa
fatturare Interfree.

Quindi? Quindi CDC rimane con il 49% di Interfree senza più un ramo che fa
fatturato e l’unica voce di valore è la community e il marchio.
Accidenti che affare.

Non solo, ma per convincere questa “famosissima” società a comprargli la
baracca, CDC mette pure qualche miliardo nel fondo della “famosissima”
società.

La famosissima società si chiama Telcom3, di legnano e il fondo Upside 1
(www.cdc.it ). Un fondo, a dire il vero, enormemente
modesto.

E ora mobilità per 17 persone in Interfree (30 dipendenti in tutto, mica
la Fiat) e io che avevo deciso di andare a vivere a Pisa da Milano per
lavorare in un grande Gruppo e mi ritrovo a lavorare per una aziendina di
legnano, da Pisa. Mi sembra troppo.

Tornerò a Milano, ma un cosa è sicura: il prossimo che mi dice: abbiamo
una grande progetto di e- ….., se è fortunato mi alzo e me ne vado, se
sono di cattivo umore prima di alzarmi…. Non so, sarò sicuramente di buon
umore.

Conoscete qualche acciaieria che ha bisogno di un capo comunicazione?

Un abbraccio

Geronimo Emili
Interfree Spa
Marketing Manager
geronimo.emili@interfree.it
www.interfree.it