Internet coinvolge il 97% delle imprese bresciane

Giornale di Brescia, 8 maggio 2002, pagina 24

Tutti in Rete, ma senza E-business

BRESCIA - Quali sono i risultati delle azioni messe in campo
dall'Associazione industriale bresciana per favorire la diffusione di
Internet e delle sue applicazioni? Per rispondere a questa domanda il
Centro Studi Aib ha svolto un'indagine su un campione significativo di
altre 200 imprese associate.

I dati raccolti, confrontati con quelli di
un'analoga rilevazione effettuata circa un anno fa - come ha spiegato
Franco Tosini, responsabile del settore Economia del Centro Studi -
consentono di fare il punto della situazione e di valutare gli effetti
delle iniziative.

Internet è la tecnologia di rete più diffusa: coinvolge
il 97% delle imprese bresciane, rispetto ad una media nazionale dell'84%,
come risulta da una rilevazione svolta dall'Istat fra giugno e dicembre
2001.

Seguono la rete locale (Intranet) di cui dispone quasi il 90% delle
aziende e la posta aziendale interna, funzionante nel 73% delle imprese.

Sono meno utilizzate, invece, le altre tecnologie riguardanti i sistemi di
gestione integrati (47% delle imprese) e la tele-video conferenza (10%).

L'83% delle aziende bresciane dispone di un sito web, rispetto ad una
percentuale che nel 2000 era del 72%. Un dato elevato rispetto a quello
nazionale che fissa al 40% la quota delle imprese informatizzate con sito
Internet (periodo giugno-dicembre 2001). Il 99% delle imprese bresciane
propone una home page illustrativa della attività aziendale.

La percentuale è aumentata di 6 punti rispetto al 2000 e presenta
un'escursione molto contenuta da una classe dimensionale all'altra: si
passa infatti dal 98% della classe fino a 50 addetti al 100% di quella con
500 e più addetti. I dati scendono sensibilmente quando dalla home page
si passa al catalogo. Ne dispone il 52% delle aziende: la percentuale di
chi utilizza questo strumento è comunque aumentata di 14 punti. Inoltre,
il 34% delle società utilizza la rete per le relazioni con i propri clienti e
fornitori. Rispetto ad un anno fa la percentuale è cresciuta di 9 punti;
a tale variazione hanno contribuito tutte le classi dimensionali, in
particolare quella con 50-99 addetti.

Le attività con clienti e fornitori
che attualmente sono maggiormente realizzate e condotte tramite Internet
sono: il trasferimento di documenti (68%, contro una media nazionale del
52%), la comunicazione generica con i fornitori (63% rispetto ad una media
nazionale del 52%), la raccolta di informazioni sui clienti (44%, stessa
percentuale a livello iniziale) e sulle offerte di fornitura (40%, contro
il 27% a livello nazionale).

Infine, ma non per ultimo, si segnala come
solo il 6% delle imprese che ha un sito Internet effettua operazioni
commerciali in rete. La percentuale è quasi raddoppiata rispetto ad un
anno fa, ma risulta ancora trascurabile.