Re: Internet non "c'azzecca" con l'Infanzia

Ciao Giuseppe e un augurio di buone feste a tutta la lista!

Provo a risponderti senza rispondere ovvero buttando lì alcune riflessioni
maturate in 2 anni di esperienza seguendo il progetto per bambini
www.babyonweb.com (non eccelso nella grafica ma molto ricco di contenuti;
250.000 page view mensili e più di 3000 iscritti, a dicembre stiamo
volando al milione di page view).

Prima di tutto un dato... tra i 4 e 8 anni molto sovente i bambini
navigano con i genitori o con gli insegnanti, sono rare dai dati che
abbiamo (mail pervenute, iscritti, concorsi) navigazioni in solitario.

I bambini sono molto affascinati da Internet è scoperta, è vivere
un'avventura in prima persona, scoprono, esplorano, si divertono. Il
problema vero è: si è pensato a Internet dedicato ai bambini? Secondo me
no, si sono costruiti progetti per bambini pensati dagli adulti... che
sono molto lontani dal modo di vivere e pensare dei più piccoli.

I bambini non amano leggere su Internet, leggono già a casa, a scuola...
gradiscono molto invece la parte visiva quindi pagine ricche di immagini e
interazione (gioca, stampa e colora o ritaglia, crea tu seguendo
suggerimenti ecc.).

In fondo non sono altro che ricerche di materiale interessante come fanno
gli adulti! Bisogna semplicemente calarsi nel loro universo e cercare di
pensare come loro, in tale modo su Babyonweb.com sono nati gli speciali
durante l'anno dedicati a loro (carnevale, festa della mamma, del papà,
Natale, Pasqua, fine della scuola ecc.) sempre con materiale non da
percepire passivamente ma spunti per essere protagonisti in prima persona,
un mondo parallelo basato sulle loro esigenze.

In più sono stati creati dei personaggi di fantasia ad hoc che
accompagnano nella navigazione in modo da avere sempre una figura ben
visibile che rassicuri nella scoperta; ma in più i personaggi hanno
permesso di spiegare argomenti difficili come l'ingresso dell'Euro
attraverso percorsi di fantasia: il nostro sindaco Sauro ha partecipato
per il Paese di Babyonweb a tutto il processo di
ingresso della nuova moneta, facendo conoscere Paesi, banconote e monete.

Parlando da adulto il progetto ha il solito vincolo Costi/Tempi......
Chiudo con una considerazione che è alla base delle nostre azioni, quello
che noi chiamiamo Imparare, Conoscere non è altro che Scoprire per i
bambini.... le scoperte sono divertenti forse imparare lo è molto meno :o)

Mi scuso se sono stato prolisso e forse leggermente out of topic.

Buone Feste a Elena e a tutti voi!

Francesco Cavallo
www.21media.it
www.babyonweb.com