Koinet e la crisi della net economy

Ciao,

in realtà Koinet ha chiuso dall'inizio del 2002. Il motivo a detta dell'AD
della società (Dixit Domino) è relativo ad una "ristrutturazione
aziendale".

Queste le sue parole:

"D'altro canto Internet in Italia si trova ancora in una fase di sviluppo
primitiva - dice Dixit Domino - e prima che le aziende diventino
utilizzatrici del Web passeranno ancora diversi anni. In questo momento il
gruppo ha altre priorità".
Potete avere maggiori info all'url:
http://www.cww.it/jumpNews.asp ?&idLang=IT&idUser=0&a mp;idChannel...

In effetti la crisi delle "dot com" anche in Italia si è fatta sentire.

Matrix è in forte difficoltà, come lo sono state sei mesi fa società
internazionali come Razorfish, che era arrivata a contare quasi 1500
dipendenti e che ha chiuso gli uffici italiani dopo pochi mesi di attività.

Anche le società di advertising online non se la passano bene, ADline è
stata recentemente messa in liquidazione e DADA sta operando una
ristrutturazione

(http://www.cww.it/jumpNews.asp ?idLang=IT&idChannel=0&amp ;idUser=0&am...)

Blixer ha invece ridotto il proprio personale da 195 alle attuali 90
unità, in pochi mesi.

E lasciamo stare i casi dei portaloni (come anche Interfree) o le tragiche
vicessitudini della "mitica" Freedomland.

Insomma anche in Italia l'Internet che tanto ci aveva fatto sognare un
anno e mezzo fa, ora è in forte crisi, crisi che portano a tagli a
fallimenti e tutto questo proprio mentre Amazon incomincia a fare utili e
gli utenti italiani continuano ad aumentare, a stare più tempo online ed
essere più esigenti :-)

Staremo a vedere.
Io continuo ad essere convito che Internet sia una rivoluzione e che le
sue possibilità siano infinite ... proprio come ci credevo 4 anni fa.

Saluti

Maurizio Benzi
Moderatore del newsgroup: it.economia.e-commerce
www.e-conomy.it