L'utilità di Linkedin

Cari amici di lista,

Innanzitutto vi ringrazio per aver considerato il tema da me proposto.

In realtà misurare il ROI in termini di business su Linkedin è molto
difficile, il ROI, infatti ha bisogno di dati certi e di una collegabilità
precisa tra bene/servizio venduto per di più riferito a dati temporali
ancora ben più precisi cosa che in LInkedin come in tutte le attività di
PR è molto difficile da calcolare.

Qui invece, almeno in questa fase iniziale, andrebbe un po' calcolato il
livello benefici/tempo speso sullo strumento e quindi se non si inquadra
bene il problema da un punto di vista produttivo si rischia di non
ottenere alcun giovamento dal mezzo (come è successo ai tempi
dell'e-commerce quando si è scambiato un mezzo elettronico di acquisizione
degli ordini per la panacea dellea aziende in crisi).

In realtà, Linkedin non è nulla di simile alla Massoneria di internet o
al Who's who dei manager ma un TOOL, perfettamente integrato con altri
tools (Outlook, Explorer) al fine di una corretta e produttiva gestione
dei contatti.

Certo, ci hanno detto molte altre cose sul social networking, ma noi
avvezzi alle cose di marketing sicuramente non ce le beviamo ... vero?

Io ad esempio uso Linkedin (ed altri tools) così ...

1. Ad Ogni contatto che ho via e-mail (e quotidianamente sono davvero
tanti) chiedo la cortesia di iscriversi a Linkedin (o se già iscritto di
linkarmi) in questo modo posso approfondire meglio il tipo di
risorsa/contatto che ho davanti in quanto posso leggere il suo profilo su
Linkedin (e viceversa)

2. Se il contatto accetta (attenzione, bastano due semplici click
copia/incolla e via) mando attraverso Plaxo il mio biglietto da visita
cosìcchè si stabilisca un contatto meno labile e chiedo (sempre attraverso
Plaxo) di compilarmi il biglietto con i suoi dati.

3 in questo modo con due click ci siamo scambiati CV e Biglietto da visita
online e possiamo tenerli tranquillamente ordinati sul nostro Outlook ed
accedervi tranquillamente attrverso internet (in viaggio o magari
recuperandoli dopo che un virus ci ha distrutto l'hard disk).

4. Occasionalmente, e mi è capitato pure, ho anche rincontrato su Linkedin
vecchi amici/colleghi dispersi o fatto qualche nuovo contatto molto
produttivo, ma ripeto è sempre meglio utilizzare questi strumenti in modo
personale anzichè affidarsi ad una loro esoterica (quantunque improbabile)
redditività :o)

5. Linkedin è diventato quindi per me una specie di robot che automatizza
le mie PR giornaliere e che mi permette di risparmiare un sacco di tempo.
E' vero così metto lì tutti i miei contatti che possono poi giovare a
qualcun altro, ma in realtà non facendo accedere alla lista dei miei
contatti il buontempone di turno non potrà navigarseli ma vederne soltanto
il numero.

Certo, non tutti sono disposti ad inserire i propri dati su LInkedin,
molti lo snobbano per la verità ... ma ciò è anche dovuto al fatto che
magari si lasciano mettere in soggezione dall'interfaccia in lingua
inglese.

E' per questo che, visto che la community italiana è di buon livello e di
almeno 10000 contatti, è sicuramente un buon segno la prospettiva di una
sede italiana che si occupi di far affermare ultriormente il brand e di
localizzare l'interfaccia aprendo ad un bacino più ampio il servizio.

Cordialmente
Carmelo Cutuli

CARMELO CUTULI
www.cutuli.it
cell. 347.83.82.211
MSN MESSENGER (melocrema@hotmail.com)
YAHOO MESSENGER (melocrema@yahoo.it)
https://www.linkedin.com/profi le?viewProfile=&key=67462
C/O ASSOCIAZIONE SOLACRIA
C.so Italia, 70 - 95014 Giarre (CT)
Voice/Fax: 178.223.5146
www.solacria.it - info@solacria.it