La legge non ammette ignoranza. Vero?

Nuova pagina 1A proposito di spamming vorrei che leggeste le risposte che
ho ricevuto da un "direttore creativo" alla mia mail di protesta x aver
ricevuto un messaggio pubblicitario non richiesto. E' evidente che spesso
l'ignoranza viene utilizzata come scusa per mascherare i propri intenti. E
non sarei più tranquillo neanche se fosse veramente frutto della buona
fede. Si tratterebbe comunque di superficialità ed approssimazione.

Ciao.

Sent: Thursday, April 17, 2003 6:43 PM
Subject: Risposta

PRIMA MAIL

Evito di risponderle con la stessa volgarità e maleducazione che lei
mi ha usato.
Sarebbe stato più semplice e signorile scrivere che vuole essere
cancellato dalla nostra mail list.
In relazione al reperimento della sua e-mail, le rendo noto che le
società di comunicazione, come accade in tutto il mondo, si avvalgono di
sofware avanzati che navigano nella rete e in maniera del tutto
automatica immagazzinano e-mail.
Quindi lei capirà che è impossibile per strutture come le nostre
controllare capillarmente il sistema.
La legge n°675/96 sulla tutela dei dati personali, prevede
l'eliminazione dei dati di un soggetto quando , come in questo caso, il
soggetto lo richieda.
Purtroppo l'e-mail con la quale mi ha scritto non risulta nei nostri
archivi.

Dovrebbe scrivermi l'email che noi abbiamo contattato per
consentirci di rimuoverLa.

Ringraziandola, la saluto cordialmente.

________________________________________________

SECONDA MAIL

Gentile signore,

la civiltà e il buon senso si vedono dalle piccole cose.
Se per una semplice e-mail ricevuta, si reagisce nel modo in cui ha
reagito lei, non mi meraviglio che ancora oggi scoppino le guerre.

Comunque, mi creda, non intendo fare una polemica su una cosa così
semplice da risolvere. Io le ribadisco che mi dispiace dell'inconveniente
e che, se lei volesse comunicarmi la sua e-mail, sarà immediatamente
cancellata dal nostro archivio.

Ci tengo a sottolineare che io non le ho mai dato del maleducato, ma
ho semplicemente detto che il modo con il quale si è rivolto alla mia
persona non era ne gentile ne educato e di conseguenza evitavo di condurre
la discussione al suo pari. (Evito di risponderle con la stessa volgarità e
maleducazione che lei mi ha usato.)

Mandi anche questa al Garante che credo essere molto occupato grazie
a persone come lei, che invece di ricorrere al buon senso, ricorre
all'aggressività e all'esagerazione.

Le auguro, di cuore mi creda e non è una presa in giro, Buona
Pasqua.