La Portale Alleanza

Allora, dopo il federalismo web, eccomi di nuovo a voi con un'altra delle
mie elucubrazioni.

ARGOMENTO: modelli di revenue

ATTORI: siti showcase e case di produzione (con la partecipazione
straordinaria degli sponsor)

IN PARTICOLARE: fumetti e cartoni animati (ma va?) ma credo si possa
allargare il discorso ad altri media

SITUAZIONE DAL PUNTO DI VISTA DELLA CASA DI PRODUZIONE: se faccio un sito
che spero mi possa fare avere ritorni con i banner, sto fresco. Se spero
di avere ritorni con gli sponsor, devo arrivare ad una non indifferente
massa critica di utenti.

Se cerco di vendere i prodotti ai portali o ad altri siti (quindi mi
sposto sul b2b) i costi diventano troppo alti per loro o per me.

SITUAZIONE DAL PUNTO DI VISTA DEL SINGOLO PORTALE: se compro i contenuti a
prezzi di mercato, sto fresco che riprendo l'investimento.

DAL PUNTO DI VISTA DELLO SPONSOR: non credo che il rapporto (numero
contatti / costo) mi convenga, neanche se il contenuto e' downloadabile

ESEMPIO: supponiamo che un cartone costi 1 milione al minuto (in media e'
poco, sia chiaro)... facciamo 3 minuti a episodio per una serie di 30
episodi... quindi un rientro per la casa di 90 milioni... per il singolo
portale il costo e' eccessivo e per lo sponsor non c'e' convenienza (forse)

LA PORTALE ALLEANZA:
supponiamo che io venda il mio prodotto non a 1 milione al minuto, ma a
100 mila lire al minuto... ma che lo venda non ad un portale, ma a 10
contemporaneamente...

effetto: il cartone viene visto da molti piu' utenti e questo per lo
sponsor e' molto piu' appetibile (e spenderebbe qualche cosa in piu'). Il
ricavo dello sponsor potrebbe essere distribuito tra tutti i portali che
cosi' avrebbero pagato poco un qualcosa che gli rientra ampiamente. Magari
la casa di produzione potrebbe diminuire ancora il costo in cambio di una
percentuale sullo sponsor.

nel nostro caso: supponiamo che ogni portale abbia circa 100.000
visitatori al mese... di questi in media (sul periodo di tempo, e
ipotizzando che i cartoni siano ben fatti) il 5% va a vedere i cartoni
animati.. quindi 5.000 per ogni portale... per 10 portali sono 50.000
utenti che possono anche downloadare il prodotto... per 30 episodi... 1,5
milioni di utenti, per un costo per lo sponsor di 90 milioni (ma anche
meno...) cioe' 60 lire per un contatto targettizzato... non mi sembra
tantissimo... e questo solo per un mese (mentre il cartone va in onda per
diversi mesi)

quindi va bene per la casa di produzione e va bene per lo sponsor...
vediamo dal punto di vista del portale.

VANTAGGI
Paga poco un prodotto di qualita',
Lo rivende con un buon guadagno...
Ogni portale potrebbe avere anche dei ritorni indipendenti (oltre quindi a
quelli dello sponsor) tramite gli strumenti classici come banner etc...

SVANTAGGI
I vari concorrenti hanno un prodotto in comune. La differenziazione nono
si attuerebbe comunque su quei contenuti ma su altri servizi piu'
specifici. E poi avere un introito che nello specifico va gia' in attivo...

Credo che in tempi magri, l'orgoglio vada messo da parte.

PERPLESSITA'
Un nodo spinoso potrebbe essere come ridistribuire i soldi dello sponsor.
a questo punto una soluzione potrebbe essere che sia la casa di produzione
a trovare lo sponsor e quindi a fornire i portali in maniera gratuita

Ma comunque, visto che nella mlist sono presente responsabili, manager,
operativi, custodi, precari, supplenti ecc. dei vari portali, vediamo se
si sentono chiamati in causa e cosa ne pensano della mia idea balzana.

Lucio Staiano
www.shockdom.com