La reale necessità per la maggioranza delle tecnologia di comunicazione

Leggo l'intervento di Massimiliano su "GPRS, bello e impossibile" e mi
viene un sospetto: cosa di meglio, per verificarlo con la lista, che
lanciare un nuovo thread?

Massimiliano dice:

Quindi qui servono gli strumenti da utilizzare in movimento:
- telefono
- palmari
- videofonini (alla 3) :-)
- chi più ne ha più ne metta...

ed anche

Se tu vedi GPRS come ideale per fare browsing ed email, allora UMTS che
è molto più veloce sarà sicuramente molto meglio una volta che si
arriverà a copertura completa. UMTS per bambini....non scherziamo.

Devo quindi presumere che lui abbia effettiva necessità di utilizzare
questi strumenti nella sua quotidianità.

Ora, c'è qualcosa che vorrei mi aiutaste a capire: faccio parte di quella
generazione che al PC c'è arrivata a 30 anni dopo una decina d'anni di
lavoro. Ovvero, a 30 anni ho dovuto fare quella difficile traslazione da
cervello-braccio-penna a cervello-dita-tastiera (per chi fino ad allora
utilizzava il primo pattern, il secondo non era allora, vi garantisco,
così semplice).

Merita notare che la mia azienda non vende tegole o putrelle, ma da oltre
vent'anni lavoro nel cosiddetto terziario avanzato internazionale
(marketing, advertising, fidelizzazione e così via). I miei interlocutori
(nonché le mie aziende partner, italiane ed estere) sono quindi persone
che lavorano in multinazionali o comunque in aziende "avanzate" da un
punto di vista degli investimenti tecnologici.

Bene: né io, né alcuno dei miei clienti (che hanno anche 30 anni, non sono
necessariamente ultraquarantenni come me) sentono le necessità che sente
Massimiliano. In altre parole: dateci un'agenda, un telefono cellulare per
voce e SMS e un PC (magari portatile e magari con una SIM per poterci far
scassare le scatole dalla e-mail anche in trasferta) ed è tutto ciò che ci
serve (anzi, condivido con molti l'intimo piacere di spegnere questi
guinzagli elettronici alla sera).

Mai, dico mai, ho avuto ad esempio la necessità di mandare ad un cliente
(o lui me l'ha chiesta) un'immagine da remoto (né quindi mai ho sentito la
necessità di un UMTS purchessia). Normalmente si dice: "Torno in ufficio e
te la mando" o "chiedo a qualcuno in ufficio di mandartela".

Quindi, Massimiliano e Lista, a cosa servono secondo voi nella realtà
quotidiana del lavoro di tutti (attenzione, DI TUTTI, della media, non dei
geeks che, giustamente lo usano per mestiere) i videofonini e i "chi più
ne ha più ne metta"? A cosa serve sul lavoro l'UMTS oggi (non tra dieci
anni) ? Perché il GPRS non basta ? E' così drammatico aspettare cinque
minuti che il PC si avvii mentre vai a prenderti un caffè e che poi lo si
usi su un tavolo e non appeso a qualche maniglia di autobus ? Perché mai
devo camminare e scrivere allo stesso tempo con un portatile ? Già mi
sento un idiota a parlare al telefono per strada....

Ciao e buon weekend a tutti

Luca Cenci
lcenci@vesperteam.com