Lavori "rubati"

Ciao a tutti!

Forse l'argomento non e' proprio "in topic"... io ci provo, chissa' se
qualcuno di voi si e' trovato in una situazione simile?

Dunque, una mia amica ha fatto un calendario (io l'ho aiutata nella
elaborazione delle immagini).
Le immagini originali sono proprieta' di un editore, a cui la mia amica
ha chiesto l'autorizzazione per l'uso e l'ha ottenuta, in forma scritta.

Quindi, la mia amica ha realizzato due copie campione e si e' messa a
cercare qualcuno a cui potesse interessare l'articolo da pubblicare.

Ha contattato una grossa societa' di Roma (noi siamo di Milano) che,
telefonicamente, le ha detto di spedire il materiale.
Lei lo ha spedito con posta prioritaria, e il pacco non risulta essere
mai arrivato. Lo ha rispedito con corriere (senza ricevuta di ritorno!),
e ancora a Roma hanno detto di non aver ricevuto nulla...

La mia amica a questo punto si e' insospettita, ed ha quindi chiesto al
corriere l'attestazione dell'avvenuta consegna, che risulta essere stata
fatta alla societa' di Roma in questione, con firma del sig. XXX. Il sig.
XXX, pero', dice di non ricordare nulla del pacco in questione!

Ora il dubbio, lecito, e': questa societa' di Roma vuole
forse "rubare" l'idea alla mia amica e sta facendo lo gnorri?

E' possibile che non ci sia modo di rivalersi in qualche modo, visto che
il pacco e' stato effettivamente consegnato al destinatario?

La mia amica ha l'autorizzazione dell'editore ad utilizzare le immagini,
mentre la societa' di Roma ignora di chi sia la proprieta' delle stesse.

Puo' bastare questo a scoraggiare eventuali furti? Ho i miei dubbi: se
loro realizzano un calendario che verra' distribuito solo nel Lazio (ad
esempio) la mia amica non ne verra' mai a conoscenza e non potra'
intraprendere nessuna azione!

... Qualche consiglio?

Grazie

Cinzia