Lavoro e formazione universitaria

Salve a tutti.

Sono un ragazzo di 26 anni e mi sono laureato 1 anno e mezzo fa in
economia. Prima della laurea non ho avuto significative esperienze di
lavoro. Appena terminati gli studi ho però avuto la fortuna di trovare
subito lavoro, dapprima come agente assicurativo, poi (attuale
occupazione) come impiegato in amministrazione in un'azienda locale
(Parma).

In questo periodo mi è venuta voglia di riprendere gli studi per prendere
una seconda laurea, comunque senza lasciare il lavoro.

La motivazione è che il lavoro mi ha fatto nascere interessi che intendo
approfondire tramite lo studio, anche per avere maggiori possibilità di
carriera in futuro.

E mi sono chiesto: ma la formazione universitaria come è adesso, prepara
veramente al lavoro?
Secondo me no. Credo che oltre a tanta teoria e tanti libri bisognerebbe
puntare maggiormente su vere esperienze lavorative. Che so, stage o
esperienze sul campo simili.

Penso che una cosa di questo tipo farebbe capire meglio ai ragazzi quali
sono le loro attitudini, prima di finire il percorso scolastico,
indirizzando i propri sforzi verso materie che maggiormente interessano
loro. In questo modo, al momento dell'entrate nel mondo del lavoro, si
avrebbe una maggiore specializzazione in alcune materie, e non la solita
infarinatura su tutto.

Spero di essere stato chiaro.

Volevo sapere da chi ha più esperienza e competenza del sottoscritto cosa
ne pensa.

Lorenzo Boiardi