Le donne, il web marketing, l'email...

Ciao a tutti e, soprattutto, a tutte!

Dopo il primo post provocatorio sul tema "le donne e la partecipazione in
questa mailing list" avrei voluto dare immediatamente una mia
opinione....e non sarebbe stata delle piu' felici, credetemi, ma ho
preferito la via della prudenza (scelta rara per me) e dell'attesa. Cosi'
ho aspettato di leggere le prime risposte, tutte molto caute ed educate,
del tipo "ammetto che non intervento spesso....sono molto
impegnata.....la casa la famiglia il lavoro il cane ".....e poi ancora
"non rinuncio alla palestra, al jogging, allo sci nautico, alla lettura
di un buon libro" mancavano solo sauna ed idromassaggio ed avevamo
dipinto il quadro perfetto della donna moderna, tutta lavoro, palestra,
figli con nonni e cucina con forno microonde! :-)

Scherzi a parte, scusatemi ma la domanda non era formulata correttamente,
perche' se fai un'indagine sulla quantita' degli interventi io non ritengo
che valga la pena, come donne, essere ai primi posti...(anzi!).

Se invece l'indagine e' fatta sulla qualita' (o sul tempismo) degli
interventi in lista...allora se non siamo ai primi posti, probabilmente
arriviamo a pari merito! Qualcuna ha sostenuto che spesso non se la sente
di affrontare gli argomenti perche' apparentemente troppo
tecnici...ma qui l'errore e' di chi scrive e non di chi legge,
perche' questa non e' una lista per programmatori o websmanettoni, qui si
parla di web marketing, qui si parla di comuicazione, per la miseria, di
relazione, non e' forse questo il nuovo marketing?

E allora chissenefrega (perdonatemi l'eccesso ma e' un utile rafforzativo)
dell'HTML, XML, PHP, C++, Oracle, Informix, MySQL, non e' questa la
piazza per sparare terminologie che solo un ristretto gruppo di addetti
ai lavori puo' comprendere (forse!).

Se qui si parla di comunicazione, chi meglio della donna puo' dire la sua?
Non e' forse lei che ha la ghiandola del "parla parla" (per dirla alla
Omen by Zelig) molto sviluppata? Falso. Questo era una volta. Oggi l'uomo
ha la ghiandola del "parla parla" molto sviluppata (ed ecco il gran
NUMERO di interventi maschili), ma e' un po' meno sviluppata quella
dell'ascolto-ascolto (ed ecco che il gran NUMERO di interventi maschili
diminuisce......).

Io vi seguo sempre e noto che spesso vengono ripresi argomenti gia'
trattati mesi fa, e magari proprio nello stesso contesto e non posso fare
a meno di domandarmi perche' qualcuno non si fa un girettino negli
archivi prima di fare una domanda a tutta la lista...
Poi noto che ogni tanto vengono lanciati spunti nuovi, decisamente
stimolanti....ma si perdono nel vuoto...

Insomma, c'e' diversita' nell'atteggiamento con cui ciascuno di noi
utilizza una mailing list..a prescindere dal fatto che sia uomo o donna...

Chi vive il proprio mestiere con passione, e vale per un uomo come per una
donna, interverra' in lista ogni qual volta lo riterra' opportuno e, se
e' una donna, lo fara' se e solo se il suo intervento aggiungera'
valore......(il piu' delle volte) per se stessa e per chi legge, a
discapito della quantita', a vantaggio della qualita'.

Non si puo' negare che la passione sia piu' maschile che femminile,
soprattutto in un lavoro come il nostro, nell'ambito del marketing e della
comunicazione...

Provate a fare una selezione "random" ed una lettura casuale di messaggi
scritti da donne. Gli ingredienti che non mancano mai sono la curiosita',
la capacita' di mettersi in discussione, la voglia di apprendere e
scoprire, la passione, la ricerca del nuovo , la trasparenza e, cosa piu'
iportante di tutte, una profonda visione "umanistica". Pensate a tutti i
discorsi fatti sulla usability........(solo come esempio) o sulle
community (la stessa Elena.....)...

C'e' una grande attenzione all'essere umano in quanto tale, ed alle sue
possibilita' di interconnessione con altri esseri umani grazie alle nuove
tecnologie...........ma Internet non e' un protocollo, internet siamo noi
che ci scambiamo email per chiederci perche' le donne intervengono di
meno........invece di soffermarci meglio e leggere piu' attentamente quei
pochi messaggi che alcune donne, ogni tanto, scrivono, con la testa e,
soprattutto, con il cuore.

Scusatemi se non ho parlato di e-procurement, di e-supply-chain, di
e-management perche' e-mannaggia non me la sono proprio sentita di
affrontare argomenti cosi' tecnici! :-))))))
Salutissimi,
Simonetta

Simonetta Zandiri
http://www.strategiedigitali.i t