Le speculazioni finanziarie in Second Life

Ciao a tutti,

Daniela Apollonio:

In realta' il motivo per i quali ora ci sono molti terreni in vendita, dipende esclusivamente dal fatto che dal 25 luglio la linden ha proibito i giochi d'azzardo, attività molto remunerativa, che faceva girare centinaia di migliaia di usd al giorno.
Ora che tutti i "possessori" di casino' si sono trovati a dover smantellare la propria attivita', stanno svendendo i terreni.

Secondo me il problema e' piu' complesso. Il gioco d'azzardo non
era cosi' importante. Gonfiava molto i numeri, ma solo perche' si
trattava di un'infinita' di continue micro-transazioni. Anche il crollo
del prezzo dei terreni, direi, e' contenuto e sara' riassorbito. Il mercato,
come ho gia' detto, e' controllato da Linden Lab. Basta che LL "stampi"
e metta all'asta un po' meno nuova mainland per un mese o due (cosa
che ha gia' dichiarato di voler fare) e i prezzi risaliranno. Mai oltre a
certi valori, perche' se la terra nuda supera i 10-11 linden al mq. LL ne
stampa subito dell'altra, per calmierare il mercato.

Poi, contrariamente a quanto si pensa, le isole classificate "mature",
per adulti, sono solo il 18% del totale. Di queste, la maggior parte si
classificano mature solo perche' non hanno voglia di controlli o eventuali
grane, non perche' ospitano bordelli o perche' avessero dei casino'. Il
divieto del gioco d'azzardo, quindi, non ha sconvolto l'economia di SL.

Ma una cosa e' l'economia e altra cosa sono le speculazioni finanziarie,
che e' quello di cui stava parlando.

Dato che in SL tutto e' controllato da Linden Lab, il gioco d'azzardo
era una delle poche cose su cui i banchieri, piu' che fare veri grandi
profitti, potevano raccontare la palla che li stavano facendo. Nascondendo
cosi' la realta': che i loro erano (e sono) solo schemi di Ponzi, che usano
i soldi degli ultimi clienti arrivati per pagare gli interessi stratosferici
che promettono (Bcx Bank, ancora oggi, paga il 261% netto annuo sui
depositi bloccati a 100 giorni; la Banca d'Italia paga fino al 149%, senza
alcun vincolo, ecc.)

Chiusi i casino', quindi, e' partita la bank run, c'e' stato (finalmente, direi, e
mai abbastanza presto) il fallimento di Ginko, la banca piu' grossa, con il furto
(non saprei come chiamarlo altrimenti) dell'equivalente di 750 mila dollari statunitensi, e quindi la crisi di tutte le banche e le borse di SL. Un settore
che, sinceramente, mi auguro che scompaia presto del tutto, malgrado gli
incredibili salti mortali che sta facendo per risorgere.

Il fuggi fuggi e' stato tale che se provi a chiedere un cambio a slexchange ti danno un numerino d'attesa...

No, quella era Ginko. Che ad agosto ha bloccato i conti correnti, li ha
converititi nei famigerati "Perpetual bond" (carta straccia, anzi, pixel stracci)
e ha chiuso il discorso, senza piu' numerini. Slexchange e' un servizio Web
di e-commerce dei prodotti di SL, credo collegato a quella che ora si
chiama Slcapex, la borsa (ex Avix) che e' stata comperata dalla Jt Financial Bank di Arbitrage Wise, un paio di mesi fa. Non mi risulta che il gruppo di Wise
abbia avuto alcun crack finanziario.

Ma la linden non si perde d'animo: si mormora che i casino' verranno
rimpiazzati da fast-food e ristoranti...

Bof... secondo me a Linden Lab di tutto questo non gliene puo' fregar
di meno. Il loro vero buisness plan, nel mondo reale, punta a ben altre
cose. I soldi di questi giri finanziari non entravano nelle loro tasche
e non erano neppure utili allo sviluppo dell'economia virtuale di SL,
contrariamente a quanto sostengono i grandi e piccoli speculatori.

Il mercato finanziario e' un gioco, e' stato tollerato (addirittura elogiato
da Philip Rosedale in passato) benche' sporco e quasi certamente illegale,
come il gioco d'azzardo, ma solo finche' era necessario attirare e trattenere
nuovi residenti. Adesso, che e' stata superata la soglia dei 50 mila utenti
connessi contemporaneamente, non e' piu' cosi' necessario. Anzi, dato che
la piattaforma non e' facilmente scalabile, LL forse ha la preoccupazione
opposta: che il numero di utenti non cresca troppo rapidamente. Lo vedremo
da quando ci saranno i primi freddi e la gente esce di meno la sera.

Per non farla troppo lunga, sul perche' Linden Lab ha deciso di chiudere
i casino', potete leggere questo commento:
http://www.slnn.com/article/ga mbling-ban

Su che cosa siano realmente i mercati finanziari di SL potete
leggere questi editoriali, in tre puntate:

http://www.slnn.com/article/se cond-life-finance-wild-west-ed itorial/ http://www.slnn.com/article/se cond-life-finance-wild-west-ed itorial-2/ http://www.slnn.com/article/se cond-life-finance-wild-west-ed itorial-3/

Su queste cose sto scrivendo dei commenti piu' facili, meno "da residenti"
per Week.it, molto brevi, e qualcosa di piu' lungo e dettagliato per un'altra
testata. Su Week.it la mia dovrebbe essere una piccola rubrica fissa, dedicata a SL.

Ps Fabio, dopo anni ti rileggo davvero con piacere :-)

Mi "rileggi" perche' eri distratta. Io non ho mai smesso di scrivere, su
mailing list, commenti di blog, testate varie. Riguardo a SL sono gia'
passati su Impulso Web / Mondo Web della Radio Svizzera Italiana
almeno otto miei interventi, il primo a dicembre del 2006. Dovrebbero
essere ancora tutti on line, come podcast, se vuoi cercarli.

Carmelo Cutuli:

Per quanto mi riguarda ho fatto più di un 'giretto' su SL e, a parte
la soddisfazione della curiosità generata dal tanto parlarne, non mi
sono divertito granchè ...

SL non e' un gioco. Ci sono molte cose divertenti da fare - o direi
stimolanti, piu' che divertenti - ma l'essenza sono da un lato i rapporti
sociali e dall'altro il realizzare qualcosa, che sia una casa o un evento.

E non e' facilissima da usare, ma da un recente mini-sondaggio e'
risultato, sorprendentemente, che una delle cose che interessano di piu'
i residenti e' proprio imparare ancora di piu', facendo quindi anche
building e scripting. Al contrario, in fondo alla classifica di gradimento
c'e' tutto cio' che e' sport:
http://www.slnn.com/article/en tertainment-study

Insomma, su SL siamo un pubblico molto particolare. Come dico spesso,
il marketing se vuole fare qualcosa in SL dovra' imparare presto che noi
residenti - newbie di passaggio a parte - siamo delle brutte bestie, molto
diversi dal parco buoi delle televendite Mediaset e diversi anche dagli
attuali navigatori su Web. Inoltre, chi vuole "divertirsi" o solo giocare va
in World of Warcraft, da sempre, non in SL.

Rosanna:

In realtà vi sono più escort che intellettuali, ma la colpa è degli intellettuali
che storcono il naso quando si parla di novità della rete.

Di nuovo, le escort sono, come il gioco d'azzardo, un'attivita' che
certamente esiste, che di sicuro e' servita moltissimo ad attirare una
grande massa di utenti, nonche' l'unico lavoro facile e redditizio, che
si puo' fare anche senza alcuno skill, ma sono un'attrazione che per la
stragrande maggioranza dei residenti perde completamente di interesse
dopo le prime due o tre settimane di vita.

Insomma... il sesso con i pupazzetti e' pur sempre finto. Andare a
puttane, anche in un mondo felice e protetto, dove la prostituzione
e' solo un gioco di ruolo fatto volontariamente e per divertimento
e che non comporta drammi, violenza, sfruttamento, malattie, pericoli
o emarginazione sociale, e' comunque un po' squallido. Ora, mettete
le due cose insieme e ditemi (tenendo presente che l'eta' media dei residenti
e' 35 anni e che in teoria SL e' vietata ai minorenni) quanto puo' essere
interessante andare con le escort per piu' di una o due volte...

Quanto agli intellettuali, se parliamo di pubblico italiano io sono (in
parte) d'accordo.

La blogosfera italiana che conta (hmm.... che sostiene di contare, diciamo),
per motivi che non riesco a spiegare se non in termini di ottusa ostinazione ideologica, su SL ha sempre sputato, unendosi con grande soddisfazione
prima al coro di chi l'ha accusata di ogni perversione e poi agli strilli sul
suo fallimento e sulla sua definitiva morte. L'unica eccezione e' stata la
tardiva inversione di marcia di Granieri, che forse ha capito che i blog non
solo la rivoluzione non l'hanno fatta, ma stanno pure stancando e comunque
non hanno nulla di nuovo da proporre, per cui anche lui deve trovarsi qualcosa
d'altro di cui parlare, se vuole che qualcuno gli dia ancora retta.

I giornalisti italiani... ne abbiamo ampiamente parlato nei post precedenti.

Quanto ai navigatori comuni, con le campagne stampa che ci sono
state nel nostro Paese, prima sui soldi facili e poi sulla perversione,
in effetti il pubblico italiano che e' entrato ultimamente in SL e' abbastanza raccapricciante.

Per curiosita', io ogni tanto vado nelle isole dove di solito capitano i
newbie italiani. Dato che il mio avatar ha un aspetto che di certo non
e' da newbie, nel giro di trenta secondi arriva qualcuno a farmi
domande. Sempre le stesse, soprattutto da parte dei maschi: Ma e' vero
che qui son tutti cafoni? Qualcuno puo' uccidermi? Ma e' vero che e'
pieno di pedofili? Come faccio a guadagnare in fretta dei linden? Dove
trovo qualcuna con cui fare sesso?

Ecco, forse un gradino piu' sotto degli italiani - nelle comunita' on line
siamo un popolo che non brilla mai molto, dove arriviamo in massa - che
alla fine degli anni '90 in Irc bombardavano i canali o cercando di litigare,
di solito sul calcio, oppure scrivendo all'infinito messaggi ossessivi del
tipo: C'e' qualcuna di Roma che vuole chattare con me?

Gli ambienti internazionali, naturalmente, sono molto diversi, anche
se gli imbecilli si trovano sempre ovunque. Imparate bene l'inglese, se
volete divertirvi on line. E non solo in SL; anche i blog di lingua inglese
sono molto meno asfissianti e provincialotti di quelli nostrani.

Ciao a tutti, Fabio.

-- Fabio Metitieri - Icq n. 8312289
"Take me to the movies, 'cause I love to sit in the dark" (Laurie Anderson)
http://xoomer.alice.it/fmetiti e