Liberta di parola?

Leggo solo ora questa brutta affermazione del sig. Denaro

"La FNSI esulta: ma che caspita hanno da esultare? Così possono mettere le
mani anche su internet? Le solite 'mafiette' all'italiana. Forse non
sarebbe il caso di lavorare sul fatto che 3/4 delle persone che si
definiscono giornalisti e non valgono qualitativamente nulla?! O della
corruzione morale dei 9/10 di essi?!"

Ecco, affermazioni come questa fanno davvero pensare che la legge di cui
si parla sia in fondo una legge buona e giusta, una legge che ci voleva.

Sul perchè non mi dilungo, chiunque può trarre le sue conclusioni, però
credo che il web non può e non deve diventare un palestra per insulti e
diffamazioni gratuite e soprattutto non provate.

Saluti a tutti

Stefano Govoni