Marketing con magia e giocoleria

Ciao a tutti, mi chiamo Luca e ho 24 anni, lavoro come webdesigner. Non ho
conoscenze di marketing ma l'argomento per quanto riguarda la teoria mi
interessa molto, anche per questo lurko la Mlist. Le mie domande spero non
vengano intese come una richiesta di consulenza gratuita, perchè non sono
state poste con quell'intenzione.

Mi piacerebbe fare un esperimento "pratico" e vorrei avere qualche dritta
da voi su come partire. Vorrei capire alcune cose sulla metodologia di sviluppo e sulla fattibilità del "progetto" e ogni consiglio in questo senso è ben accetto.

L'attuale "introito" non giustifica una campagna realizzata da un
professionista, quindi almeno per questo primo periodo vorrei fare da
solo.

Prima di iniziare vorrei spiegare meglio di cosa si tratta: oltre al mio
lavoro "principale" faccio spettacoli come giocoliere / prestigiatore,
insieme a un altro ragazzo per compleanni, feste di paese, inaugurazioni e
cose così. Per darvi una idea di quello che facciamo potete guardare
questo sito: http://www.imaybestupid.com/sm irne/

L'obbiettivo del "progetto" sarebbe incrementare il numero di ingaggi, il
target è molto vario perchè passa dalle mamme, ai direttori dei centri
commerciali, agli insegnanti alle agenzie di intrattenimento.

Ecco cosa si è pensato di fare:

1) Mandare in stampa una brochure, grafica professionale ma vivace con
tanto di nostre foto in spettacolo, cosa facciamo e referenze. Questa
sarà "standard" e sarà mandata a tutti i possibili clienti. La mandaremo
per posta e differenzieremo il target con una lettere di presentazione
allegata alla brochure, quella mandata ai centri commerciali sarà diversa
da quella dei negozianti, che sarà a sua volta diversa da quella per chi
organizza le feste di paese.

2) Il passaparola in questa lavoro è molto utile, ma abbiamo notato che
non possiamo dare bigliettini da visita ad ogni bambino durante le feste,
nemmeno se prima li associamo a un gioco di prestigio perchè li perdono e
se ne fregano. Abbiamo anche usato la frase: "se lo chiedi a tua mamma
possiamo venire per il tuo compleanno" ma è un po squallida e vorremmo
evitarla in futuro :))

Poi mi è venuta un illuminazione: Facciamo dei volantini con diversi
agromenti, che vengono dati ai bambini che vogliono imparare a fare quello
che facciamo noi: Spiegano un semplice trucco magico, insegnano a
giocolare con le palline o a fare bolle di sapone giganti con materiale
che si trovano in casa. In questi volantini oltre ai nostri contatti
telefonici cè ben in evidenza la scritta: "Per imparare altre magie o
giocolerie visita il sito www eccetera"

Sul sito faremo una sezione dedicata a queste cose, mettendo ben in
evidenza un banner con scritto: "Chiamaci per il tuo compleanno"
Credo che questo sia utile perchè avendo un contenuto che interessa (si
spera) il volantino finisce nella borsetta della mamma, e in futuro
potrebbero visitare il sito o magari potrebbero anche solo ritrovare il
volantino con i nostri numeri di telefono e ricordarsi di noi per un
ingaggio.

Mi scuso per la lunghezza dell'email, il motivo per cui ho postato è
perchè vorrei avere la vostra opinione in merito a queste idee, cè
qualche errore concettuale, qualcosa che non ho considerato?

Inoltre mi chiedevo se qualcuno di voi potesse indicarmi qualche sito o
libro che spiega/propone una metodologia ben definita per capire bene gli
obbiettivi che realisticamente parlando posso essere raggiunti, quale è il
proprio target di riferimento e i modi migliori per soddisfarlo. Capire
con sicurezza questo potrebbe essermi utile per scrivere le lettere di
presentazione da allegare alla brochure.