Master, questi sconosciuti (Was: Prospettive per un neolaureato)

Approfitto del post di Sebastiano per 'gettare sul tavolo' due o tre idee
sui master...

Premetto che sono (non neo) laureato e (pluri) masterizzato...

State attenti, cari neo-laureati al mondo master: oggi tantissimi corsi si
vantano di questo titolo, ma io trovo che ci sia molta confusione. Di che
master parliamo ? dell'MBA (master in business administration) ? va bene, è
un utilizzo corretto di terminologia 'anglosassone' - però attenzione a chi
lo organizza, ci sono degli istituti che accreditano e delle classifiche,
fate attenzione.

Parliamo dei master universitari di 1° e 2° livello ? va ancora bene, anche
se sono un'altra cosa - e anche qui, a 'parità di master' c'è università e
università.

Seguono poi una serie di corsi e corsettini, dalla durata di un week end a
diversi mesi, serali, part-time, lunedì e giovedì o martedì e venerdì...che
si forgiano indebitamente di questo titolo. E un selezionatore che valuta il
candidato potrebbe addirittura considerare negativamente una simile
esperienza (dato che costano anche discretamente, non mi sembra il caso).

Quindi, tanto per dare delle linee guida, attenzione alla scuola (è
rinomata? nel senso: si è fatta un'ottima fama per il metodo didattico?); il
master è alle prime edizioni (poca esperienza organizzativa e didattica,
pochi contatti, presumibilmente) o è tenuto già da diversi anni?;
attenzione al post-master: sono previsti stage in azienda? quanti negli anni
precedenti sono stati assunti? chi sono i docenti? professori
universitari, professional o cosa (in questo caso non c'è una scelta
ottimale: dipende da che tipo di formazione cercate).

Sarei curioso di sentire qualche selezionatore cosa ne pensa... credo che
possa essere utile soprattutto alle nuove leve che frequentano la lista.

Saluti,
Fabio