Meglio pochi ma buoni (conclusione listini Aiap)

Ciao Lista,

Visto che iniziai l'argomento dei listini nella comunicazione credo
doveroso ringraziare tutti voi che avete partecipato attivamente e non
alla discussione.

I vostri pareri mi sono stati molto utili. Riassumendo credo sia emerso il
concetto:"meglio pochi clienti ma buoni, che tanti ma asfissianti con cui
nemmeno ci guadagni. Meglio concentrare le energie della società verso
clienti concreti e realmente vantaggiosi che lasciarsi accecare dalla
massa di clienti che ti fanno perdere tempo, soldi e qualità..."

Credo che a questo punto la parole d'ordine sia, come lo èra ben 3 anni fa
circa, educare i clienti...

Ultima considerazione: non tutti i clienti vogliono essere educati ma poi
puntualmente tornano da chi gli offre qualità...peccato che a quel punto
dopo aver speso una barca di quattrini, sono disposti a spendere ancora
meno, perché scettici...

Un saluto a tutti,
Martin Benes